Morto Beniamino Gigli junior, nipote del celebre tenore recanatese

Si è spento a Roma, all’età di 73 anni, dopo una lunga malattia, il nipote del celebre tenore recanatese, Beniamino
Gigli, una delle più belle voci liriche di ogni tempo. Beniamino Junior portava con classe lo stesso nome e cognome,
medico in pensione, stimato nel campo della pediatria e attento custode delle memorie artistiche del celebre nonno,
si era fatto portavoce del patrimonio culturale del nonno, fondando l’associazione “Lirico Musicale Culturale
Beniamino Gigli Junior”, di cui era socio il comune di Recanati e con il quale era sempre rimasto in buoni rapporti.
Per valorizzare questa grande tradizione aveva creato con l’associazione anche il premio lirico per tutti i giovani
cantanti lirici talentuosi. Il nonno che nacque a Recanati nel 1890, aveva interpretato nel corso della sua carriera tutti
i principali ruoli tenorili dell’opera in tutto il mondo, ovunque applaudito, osannato e venerato. La sua era una voce
forte, dal timbro caldo e appassionante,che molti hanno paragonato a quella di Enrico Caruso. Di suo metteva un
sentimento che spingeva l’espressione fino a toccare il cuore, da farne uno degli artisti d’opera lirica più venerati del
XX secolo.
Paola Pieroni