“Pappa fish” porta il pesce fresco dell’Adriatico sulle tavole delle mense scolastiche sangiorgesi

00pappafishSulle tavole delle mense scolastiche sangiorgesi arriva il pesce fresco

dell’Adriatico. Il Comune di Porto San Giorgio ha aderito a “Pappa Fish –

mangia bene, cresci sano come un pesce”, la campagna educativa alimentare

promossa dalla Regione Marche e sostenuta dall’Unione europea attraverso lo

specifico Fondo per la pesca. Il progetto introduce il pescato accanto ad un

percorso didattico integrato, per far scoprire agli alunni un alimento non solo

buono e sano ma anche divertente.

Gli aspetti dell’iniziativa erano stati valutati nel corso dell’ultima edizione di

“Vongolopolis”, la quattro giorni del luglio scorso ideata per dare identità,

riconoscibilità e valore aggiunto al prodotto ittico locale, in particolare al

pescato di stagione.

E’ prevista anche una parte progettuale: verranno individuate determinate classi

nelle scuola dell’Infanzia e nella Primaria. Gli alunni seguiranno un progetto

di educazione alimentare, con la psicologa Maria Cristina Manzini e la biologa

Cristina Murri.

Come recita la campagna informativa, il pesce è un alimento che soprattutto

ai bambini fa “un mare di bene”. E’ una preziosa fonte di Omega 3, utili alla

concentrazione, oltre che di proteine nobili altamente digeribili, sali minerali e

vitamine.

“Pappa Fish” nasce quindi come un progetto articolato e necessario,

particolarmente oggi, quando ritmi quotidiani purtroppo frenetici impongono

cibi scarsamente salutari. I primi risultati hanno fatto registrare un grande

successo, grazie alla collaborazione di tutti: amministrazioni, scuole, mense e

filiera della pesca.

“La validità di ‘Pappa Fish’ ha ricadute anche sull’educazione ambientale:

bambini e ragazzi capiscono l’importanza di rispettare l’ecosistema e i cicli

di vita delle specie che popolano il mare”, sostiene l’assessore alla Pubblica

Istruzione Francesco Gramegna Tota.