Coldiretti Marche, giovani agricoltori a Bruxelles: confronto su carne sintetica, nutriscore e futuro del settore

I rimedi per affrontare la crisi idrica, il fotovoltaico da sfruttare senza consumare il suolo agricolo, benessere animale, carne sintetica e nutriscore. Sono questi gli argomenti più sentiti e affrontati da una ventina di giovanissimi agricoltori che nei giorni scorsi ha avuto la possibilità di visitare Bruxelles e incontrare funzionari e deputati italiani del Parlamento Europeo. Confronti e dibattiti possibili grazie al viaggio organizzato da Coldiretti Giovani Impresa Marche e durante i quali la Next Gen delle campagne ha mostrato grande attenzione, dinamismo e voglia di essere protagonista. Invitato dall’onorevole Daniela Rondinelli, decollato dall’aeroporto Sanzio di Falconara, il gruppo ha avuto la possibilità di confrontarsi anche con gli onorevoli Camilla Laureti e Salvatore De Meo. Un viaggio che è servito anche per conoscere meglio le Istituzioni comunitarie, i loro meccanismi e le loro funzioni. e la stessa storia che ha portato all’Unione Europea. Diversi i temi politico sindacali che i ragazzi, reduci anche dall’Academy organizzata da Coldiretti Marche nei mesi scorsi, hanno affrontato portando le istanze dei coetanei marchigiani del settore. Nel corso della tre giorni sono stati anche invitati ad assistere, salutati dal presidente Lins Norbert, ai lavori della Comagri, la commissione europea che si occupa di agricoltura sviluppo rurale e hanno successivamente incontrato Patrick Pagani, senior policy advisor del Copa-Cogeca, la federazione europea che comprende le associazioni di agricoltori e cooperative agricole, e Marion Picot, segretario generale del Ceja, l’associazione dei giovani agricoltori europei.