Fuori Bit: Il Tartufo Bianco pregiato di Pergola si lega all’ACI per la promozione del territorio

Oltre 120 persone all’evento che ha visto il lancio del progetto, presentato a latere, anche il libro Mario Uliassi incontra Giovanni Gaggia

 

Milano 12 aprile 2022 – Tantissime persone alla presentazione del progetto “FUORI BIT, LE 100 MIGLIA DEL GUSTO. Attraverso le terre del tartufo, da Urbino a Pergola” che si è tenuta ieri sera presso la sede dell’Automobile Club di Milano. La promozione del territorio pergolese legato al suo prodotto d’eccellenza, il Tartufo Bianco Pregiato di Pergola ha centrato l’obiettivo grazie alla sinergia con l’ACI con una proposta estremamente innovativa che unisce auto storiche, bellezza dei paesaggi, cultura ed enogastronomia in un unicum ineguagliabile. La serata si è suddivisa in tre momenti ben precisi, ma che hanno dato modo agli intervenuti di calarsi in pieno in questo progetto pilota che caratterizzerà l’edizione 2022 della Fiera Nazionale del Tartufo Bianco pregiato di Pergola 2022. La prima fase ha visto gli interventi del Presidente Geronimo La Russa di AC Milano, Sabrina Santelli Assessora al Turismo e Ciro Mariani Assessore del Comune di Pergola. Presenti all’evento: Elena Grandi Assessore all’Ambiente Comune di Milano, Michelangelo Lurgi Presidente Reti Destinazione Sud, Fiorello Primi Presidente Borghi Più Belli d’Italia, Davide Rampello Direttore Artistico di Padiglione Italia Dubai, Graziella Gattulli dirigente cultura Regione Lombardia, Francesco Corretto Fiduciario condotta Slow Food Milano Simonpaolo Buongiardino Presidente di Assomobilità, Beba Marsano del Corriere della Sera, Daniele Vimini Vice Sindaco di Pesaro, Etienne Lucarelli Assessore al Turismo Comune di Fano, Roberto Cioppi Assessore alla Cultura Comune di Urbino, Amerigo Varotti Direttore Confcommercio Marche Nord, Luigi Contisciani Presidente BIM. L’incontro è stato coordinato e moderato dal giornalista Gabriele Costantini.

“Siamo ben felici di questa sinergia – ha dichiarato Geronimo La Russa Presidente di AC Milano – perché è in linea con quella che è la nostra linea, dove il viaggio è sinonimo di percorso, anche sensoriale e, quindi, come non farsi incantare dalle bellezze paesaggistiche e culturali di borghi come Pergola o città come Urbino e legare il tutto ai sapori e profumi di prodotti realmente unici come il Tartufo Bianco, principe indiscusso delle tavole di tutto il mondo”.“ Con questa iniziativa Pergola si posiziona al centro di una strategia di marketing turistico – ha dichiarato Sabrina Santelli Assessora al Turismo e Sviluppo economico del Comune di Pergola – con un’azione di incoming dall’area metropolitana di Milano alla nostra provincia che dista solamente due ore e mezzo di treno. Sono queste azioni sostanziali per sostenere l’economia del territorio che, come in tutto il mondo, ha dovuto subire colpi prima dalla pandemia e poi dalla crisi geo politica innescata dalla guerra fra Russia ed Ucraina”. “Come assessore alla cultura mi trovo perfettamente in linea con la mia collega – ha dichiarato Ciro Mariani Assessore alla Cultura del Comune di Pergola – e faccio un plauso a questa iniziativa perché il nostro è un territorio ricco di Arte e Cultura con capolavori indiscussi”.

Il secondo momento della serata milanese è stato invece caratterizzato da un dialogo che ha visto coinvolti lo chef stellato Mauro Uliassi, l’artista Giovanni Gaggia, i giornalisti Antonio Paolini, Massimiliano Tonelli e Marcella Russo curatrice e l’editore Manfredi Maretti, tutti quanti a vario titolo coinvolti nell’opera “Mario Uliassi incontra Giovanni Gaggia” edito da Maretti Editore. Un lavoro editoriale avanguardistico, particolare e raro dove l’alta cucina incontra l’artista, una chiave di lettura molto interessante data da Antonio Paolini che è riuscito a fare sintesi del concetto di come il territorio influenza in maniera vicendevole le più disparate creatività.

La serata si è terminata poi con il terzo momento, in altre parole con la degustazione dei piatti di cui si è discusso e dibattuta con l’importantissima collaborazione e trasformazione degli studenti e docenti dell’Istituto Alberghiero Giuseppe Celli di Piobbico. I prodotti, tutti provenienti dalla città di Pergola e dalle terre del Montefeltro ed Alta Val Cesano, selezionati da produttori locali, permetterà anche l’avvio di una nuova sinergia fra Slow Food Urbino e Slow Food Milano che vedrà lavorare le due condotte insieme nell’immediato futuro.