Provincie cancellate…. Macchè!

00nuoveprovincieANCONA, 13 OTT – Al via il nuovo corso delle Province in base alla legge Delrio, dopo le elezioni di secondo livello di ieri.

La nuova presidente della Provincia di Ancona è Liana Serrani, sindaco Pd di Montemarciano, eletta con 508 voti sui 647 aventi diritto. Dei 12 consiglieri eletti con voto ponderato (cioè in base a percentuali stabilite in base al numero dei cittadini di ciascun Comune), 9 appartengono alla lista “Unione Democratica” (Stefano Gatto, sindaco di Offagna, Ugo Pesciarelli sindaco di Sassoferrato, Simone Pugnaloni, sindaco di Osimo, Arduino Tassi, sindaco di Serra de’ Conti, Daniele Olivi, consigliere comunale di Jesi, Matteo Vichi e Mattia Morbidoni, consiglieri comunali di Chiaravalle, Mattia Morbidoni, i consiglieri comunali di Ancona Diego Urbisaglia e Federica Fiordelmonte), 2 alla lista “La Provincia per i Comuni” (Lorenzo Rabini, consigliere comunale di Camerano, Goffredo Brandoni sindaco di Falconara) e uno della lista “Ancona Provincia Civica” (Alfredo Punzo, consigliere comunale di Jesi).  Il nuovo presidente della Provincia di Pesaro e Urbino è Daniele Tagliolini (Pd), sindaco di Peglio, eletto con 388 voti su 708 aventi diritto (510 i votanti). Dei 12 consiglieri eletti, 11 erano candidati della lista bipartisan “La Provincia dei sindaci” (Alberto Alesi di Montemaggiore, Alberto Alessandri di Cagli, Davide Dellonti di San Lorenzo in Campo, Maurizio Gambini di Urbino, Omar Lavanna di Mercatino Conca, Francesca Paolucci di Tavullia, Margherita Pedinelli di San Costanzo, Andrea Pierotti di Acqualagna, Matteo Ricci di Pesaro, Massimo Seri di Fano, Palmiro Ucchielli di Vallefoglia) ed uno della lista “Progetto Provincia Pesaro e Urbino” (Nicola Barbieri, consigliere comunale di Mondolfo). Fabrizio Cesetti (centro sinistra) è stato rieletto presidente della Provincia di Fermo con 253 voti su 468 aventi diritto (417 i votanti). E’ l’unico ad avere affrontato quela che lui stesso definisce “una competizione vera” dato che aveva due concorrenti da battere. Dei 10 consiglieri eletti, 7 erano candidati nella lista “Intesa per la Provincia” (Adolfo  Marinangeli, sindaco di Amandola, Stefano Pompozzi, consigliere comunale di Servigliano, Aronne Perugini, consigliere comunale di Montegranaro, Daniele Stacchietti, consigliere comunale diPorto Sant’Elpidio, Pierluigi Malvatani, consigliere comunale di Fermo, Massimo Silvestrini,consigliere comunale di Porto San Giorgio, Mirco Romanelli, consigliere comunale di Sant’Elpidio a Mare), due della lista “Il Fermano prima di tuto” (Armando Benedetti, sindaco di Montegiorgio e Valerio Ficcadenti, consigliere comunale di Fermo), uno di “Un grande Fermano” (Amato Mercuri, ex consigliere provinciale). Il nuovo presidente della Provincia di Ascoli Piceno è Paolo D’Erasmo, ex consigliere provinciale Pd, anche lui unico candidato, che ha ottenuto 268 voti su 418 aventi diritto (380 i votanti). Respinta una diffida de “L’Altra Provincia”. Tutto continua come prima, come sempre, stessa burocrazia, stessi balzelli, anzi meglio, senza più l’ansia dell’elezione diretta.