Provincie, il taglio è forse sugli stipendi!

000provincietagliateI trasferimenti del personale delle province restano ancora nel limbo. Con il rischio, per il futuro, di tagli alla busta paga. Dopo il via libera del decreto sulla mobilità obbligatoria per gli statali fra i diversi settori della Pubblica amministrazione, che aspetta solo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, l’attenzione è rivolta al decreto che chiarirà i criteri di un’altra mobilità, quella dei circa 18 mila provinciali che attendono di essere ricollocati dopo la legge Delrio. Anche se non è stata raggiunta un’intesa con le Regioni, il 4 settembre il Consiglio dei ministri ha deciso di andare avanti con il provvedimento atteso alla Corte dei conti. Un decreto fondamentale per gli spostamenti dei dipendenti delle Province che fisserà le scadenze per avviare la mobilità e il censimento dei posti disponibili in organico. Il punto più delicato rimane però quello degli stipendi.