CHIUDE CON STILE L’ANNO DEL “CARDINAL MONTELPARO”

Montelparo – Cala il sipario sull’anno del “Cardinal Montelparo”, istituito in occasione dei 400 anni dalla morte dell’insigne montelparese Gregorio Petrocchini. Un progetto dalle molteplici sfaccettature e di notevole spessore storico-culturale che ha visto impegnato un Comitato costituitosi per l’occasione,composto da volontari, studiosi ed esperti. All’interno del progetto sono stati organizzati convegni, incontri, mostre e celebrazioni per rivalutare la figura del Cardinale Petrocchini analizzando la sua attività di docente di filosofia presso l’Università di Macerata, di teologo e di cittadino del mondo. Il 23 dicembre, dalle 17, presso la chiesa Gregorio Magno verrà assegnata la borsa di studio per premiare la miglior tesi di laurea che punti l’attenzione su Montelparo da qualunque punto di vista. L’obiettivo è quello di apportare notizie nuove sul paese in qualsiasi campo: discipline umanistiche, artistiche, culturali, sociali, economiche, scientifiche, giuridiche. Ad assegnare il premio di 500,00 Euro è un’apposita commissione composta dal Sindaco, Marino Screpanti, da un docente, da uno storico locale e un componente del Comitato. La tesi verrà illustrata durante l’evento.

Sempre il 23 dicembre, verrà presentato il romanzo storico di Raffaele Tassotti, Il mastro della giustizia. Ambientato tra il XVI e il XVIII secolo in diversi comuni del Fermano e del Piceno tra cui Montalto Marche, Monterubbiano, Comunanza e ovviamente Montelparo, narra fatti realmente accaduti tra i quali l’incendio della stessa Chiesa Gregorio Magno. Al termine della serata verranno proiettate immagini riassuntive dell’anno del “Cardinal Montelparo”. Da segnalare, poi, che il 29 dicembre nella Chiesa di Sant’Agostino, la compagnia teatrale Il Murello porterà in scena la commedia “Cardinal Montelparo” basata sul libro di Filippo Cruciani, montelparese di nascita e docente all’università La Sapienza di Roma