Taina e Rozo, tutto nella ripresa: le Citizens espugnano Molfetta

Tre gol nella ripresa per avere la meglio su un M.olfetta coriaceo e mai arrendevole e il Città di Falconara prosegue la rincorsa sul capolista Tikitaka Francavilla. Non era semplice tornare dalla Puglia con tre punti in tasca senza Dal’maz e con Taina non ancora al meglio. Eppure l’Imperatrice ha stretto i denti, sfornato una buona prestazionerealizzato la rete che ha sbloccato il match, da lì in avanti in discesa, e sfornato un assist al bacio per il raddoppio di Rozo. Squadra corta, gruppo compatto. Unito, anche prima del fischio d’inizio, con il minuto di raccoglimento in memoria di Gisele Dal’maz, sorella di Pato scomparsa prematuramente nei giorni scorsi a causa di un male incurabile. Le Citizens subito pericolose con Ferrara e Praticò ma Oselame non si fa sorprendere. Passano i minuti e Falconara spinge ma non graffia, mentre il Molfetta, trascinato dall’eterna Roberta Giuliano, regge agli assalti e non disdegna le sortite in avanti. Come quella di Gomez che impegna severamente Dibiase. La stessa spagnola poco prima era stata decisiva a difendere la sua porta messa in pericolo da un’incursione di Praticò. All’intervallo ci si va a reti inviolate e la porta di Oselame sembra davvero stregata anche nella ripresa quando Isa Pereira colpisce il palo sugli sviluppi di una punizione. Ci pensa allora Taina a esorcizzarla con un missile in diagonale da posizione defilatissima. Si sblocca l’Imperatrice al suo primo gol con la maglia delle Citizens. Il Molfetta non ci sta e subito De Marco dalla distanza costringe Dibiase a salvarsi in corner. Mister Iessi inserisce il power play ma con la squadra tutta in avanti Taina inventa d’esterno un cioccolatino per Rozo che ne approfitta e in contropiede sigla il 2-0. Colpite a freddo le padrone di casa non si arrendono e sono anche sfortunate quando Giuliano si esibisce in un pallonetto che supera Dibiase in uscita ma coglie solo la traversa. Sul fronte opposto Oselame compie un vero e proprio miracolo su Rozo, terminale del contropiede di Isa e Taty. La brasiliana tuttavia vuole la doppietta personale – la seconda consecutiva dopo quella al Rovigo – e la trova dalla distanza a porta vuota dopo aver recuperato palla al Molfetta in avanti con il quinto. È il gol che spegne di fatto la partita. Nei minuti successivi non accade nulla degno di nota e alla sirena le ragazze di mister Neri festeggiano la settima vittoria in otto gare, in attesa di tornare al PalaBadiali davanti al proprio pubblico domenica prossima per il prossimo impegno di campionato contro il Kick Off.

TABELLINO

FEMMINILE MOLFETTA-CITTÀ DI FALCONARA 0-3 (0-0 p.t.)
FEMMINILE MOLFETTA: Oselame, Amanda, Castro, Giuliano, Plevano, Gomez, De Marco, Sabatino, Alves, Ion, Soldano, Boukaleb. All. Iessi

CITTÀ DI FALCONARA: Dibiase, Taty, Praticò, Rozo, Ferrara, Peroni, Pirro, Zepponi, Pereira, Taina, Dal’Maz, Polloni. All. Neri

MARCATRICI: 3’25” s.t. Taina (F), 5’18” Rozo (F), 17’37” Rozo (F)

AMMONITE: Pereira (F), De Marco (M), Amanda (M), Taina (F), Plevano (M), Giuliano (M)

ARBITRI: Francesco Saverio Mancuso (Lamezia Terme), Fabrizio Andolfo (Ercolano) CRONO: Antonio Dimundo (Molfetta)