ANDREA CONCETTI FESTEGGIA I TRENT’ANNI DI CARRIERA

Sono passati proprio trent’anni da quel fortunato debutto, proprio nella sua terra, sul palcoscenico dello Sferisterio: il basso Andrea Concetti, nativo di Grottammare in provincia di Ascoli Piceno, si presentava per la prima volta al pubblico nel 1992 a Macerata, nello stesso luogo dove dieci anni prima aveva visto la prima opera. Adesso, dopo aver raccolto successi in tutto il mondo al fianco di altri artisti e con le migliori bacchette, festeggia questo importante traguardo professionale – dopo il ritorno allo Sferisterio nel Barbiere di Siviglia nelle scorse settimane – proprio con un concerto nella sua città natale, Grottammare, nell’ambito del Festival Liszt (organizzato da Città di Grottammare, Città di Ripatransone e dalla Fondazione Gioventù Musicale d’Italia), mercoledì 24 agosto alle ore 21.30 al Teatro delle Energie.

Trent’anni di musica e teatro” è il titolo della serata, in cui – accompagnato al pianoforte da Davide Martelli – il grande cantante passerà in rassegna alcuni dei ruoli e dei repertori che hanno segnato la sua affermazione internazionale; insieme a lui anche un gruppo di artisti amici per alcuni dei brani in programma (Simone Albertini, Sarà Fulvi, Giorgia Cinciripi, Lisa Colonnella, Valentina Bonci e Erika Vagnoni); Maria Margherita Paci sarà impegnata al violoncello mentre Eugenio Olivieri curerà la regia. I costumi che verranno utilizzati provengono dalla prestigiosa sartoria Tirelli Trappetti di Roma.

Il programma vede in apertura un omaggio al festival ospitante con i Tre Sonetti del Petrarca di Franz Liszt, seguiti da un’ampia sezione dedicata a pagine dal Don Giovanni e dal Flauto magico di Mozart, l’aria di Filippo II dal Don Carlo di Verdi e un’ampia selezione di canzoni napoletane. In chiusura Solo per me di Vinicio Capossela. Una proposta ampia che spazia quindi dai grandi ruoli interpretati in questi trent’anni ma anche a specifiche passioni musicali come il caso delle canzoni napoletane del repertorio classico, scelte a testimonianza del legame fortissimo con la città partenopea.

ANDREA CONCETTI Nato a Grottammare, si diploma presso il Conservatorio Rossini di Pesaro. Nel ‘92 vince il Concorso A. Belli di Spoleto e debutta subito nella Stagione dello Sferisterio di Macerata come protagonista del Signor Bruschino e La scala di seta di Rossini, diretto da Gustav Kuhn. Inizia quindi una carriera internazionale che dura tuttora e che lo ha visto calcare i palcoscenici di tutti i più grandi Teatri italiani (Teatro alla Scala di Milano, Fenice di Venezia, San Carlo di Napoli, Opera di Roma, Accademia di Santa Cecilia, Comunale di Bologna, Comunale di Firenze, Regio di Torino, Carlo Felice di Genova, Massimo di Palermo, Bellini di Catania, Rossini Opera Festiva di Pesaro e Macerata Opera, Festival dei due Mondi di Spoleto) e dei maggiori teatri d’opera del mondo (Festival di Salisburgo, Festival di Edimburgo, Opera di Parigi, Berlino, Amburgo, Monaco di Baviera, Bruxelles, Strasburgo, Chicago, Minneapolis, Atlanta, Tokyo, Seoul, Hong Kong) sempre nei ruoli principali delle maggiori opere del repertorio lirico. Vanta una lunga collaborazione con Claudio Abbado con cui ha lavorato dal 1999 al 2006 in ripetute produzioni del Simon Boccanegra di G. Verdi, del Così fan tutte e del Flauto Magico di Mozart. È stato diretto, inoltre, da Riccardo Muti, Richard Bonynge, Lorin Maazel, James Conlon, Daniel Harding, Gustavo Dudamel, Gianluigi Gelmetti, Roberto Abbado, Carlo Rizzi, Donato Renzetti e Michele Mariotti. Tra i registi che lo hanno diretto ci sono anche Pierluigi Pizzi, Luca Ronconi, Mario Martone, Ermanno Olmi, Hugo de Ana, Peter Stein, Damiano Michieletto e Bob Wilson. Nei giorni scorsi è stato Don Basilio nel Barbiere di Siviglia allo Sferisterio di Macerata, nello stesso Festival che esattamente trent’anni fa lo vide debuttare nel mondo dell’opera.

INFO e BIGLIETTERIA

I biglietti hanno un costo di euro 10 (intero) ed euro 8 (ridotto). Dettagli su festivaliszt.com e info@festivaliszt.com tel. 3805921393