CIVITANOVESE – AMITERNINA 4-1

010civitanovesecCIVITANOVESE (4-2-3-1): Silvestri, Ficola, Mioni, Bensaja, Aquino, Cossu,

Ruzzier (14’ st Forgione), Massaccesi, Amodeo (31’ st Mengali), Degano,

Pintori (38’ st Margarita). A disposizione: Agresta, Biagini, Giovino, Baiocco,

Foresi, Morbiducci. All. Antonio Mecomonaco.

AMITERNINA (3-5-2): Di Fabio, Rausa, Mariani, Valente, Santilli, Carrato,

Di Paolo, Petrone, Torbidone (26’ st Lenart Lukasz Sebastian), Gizzi (26’ st

Terriaca), Scordella (10’ st D’Alessandris). A disposizione: Gerosi, Lenart

Dawid Vincent, Shipple, Mattei, Sebastiani, Ciannelli. All. Vincenzino

Angelone.

ARBITRO: Vitantonio Lillo di Brindisi (Giulio Baldassarre – Giuseppe Urselli di

Taranto).

RETI: 47’ pt Petrone, 1’ st e 6’ st rigore Amodeo, 25’ st Degano, 37’ st rigore

Mengali.

NOTE: ammoniti: 28’ pt Bensaja (gioco falloso), 33’ pt Massaccesi (gioco

falloso), 41’ pt Valente (proteste), 4’ st Scordella (gioco falloso), 10’ st Di

Paolo (gioco falloso), 36’ st Mariani (gioco falloso), 41’ st Mengali (gioco

falloso), 47’ st Petrone (gioco falloso), 50’ st Degano (cnr). Corner 4-5.

Recupero 3’+4’.

CIVITANOVA MARCHE – Con il brivido… è più bello! La Civitanovese doma

in rimonta l’ermetica Amiternina vendicando così alla grande il passo falso in

terra leoncella: in settimana era stata richiesta una prova di carattere e prova

di carattere è stata.

I rossoblù infatti, dopo aver dissipato un calcio di rigore con Amodeo (fallo

di Mariani sul capocannoniere del torneo ben assistito da Mioni) e corso

qualche rischio di troppo nel reparto arretrato, sono tornati negli spogliatoi al

termine della prima frazione addirittura in svantaggio (Torbidone sulla linea

di fondo resisteva all’intervento di Cossu riuscendo a indirizzare la sfera in

mezzo per il tap-in di Petrone).

La carica di Mecomonaco nell’intervallo ha sortito immediatamente l’effetto

sperato. Calcio d’inizio e Amodeo si fa perdonare l’errore dagli undici metri

freddando Di Fabio di giustezza sul calibratissimo cross cesellato da Ruzzier

dalla destra. Dal dischetto Amodeo può sbagliare, ma una volta soltanto.

E’ infatti implacabile al 6’ quando il brindisino Lillo assegna il secondo

rigore di giornata alla Civitanovese per atterramento di Degano. A mettere

definitivamente i 3 punti in ghiacciaia ci pensano l’elegante Degano –

eccellente secondo tempo, il suo – in diagonale ed il neoentrato Mengali,

alla prima marcatura stagionale, che trasforma la terza massima punizione

della giornata decretata a favore dei rossoblù (mani di Mariani su botta del

numero 10 ex Ancona). Al poker di giornata, che staglia la Civitanovese in

vetta nel computo degli attacchi più prolifici del girone, va infine aggiunto

un tris di traverse: colpo di testa di Aquino, girata al volo di destro di Pintori,

punizione di Margarita. La Maceratese, in virtù dei risultati odierni, ora dista

soltanto due lunghezze: nel finale emozionante tributo dei tifosi ai giocatori

ed al Presidente Patitucci a lungo invocati sotto la curva. Il miglior biglietto da

visita per presentarsi giustamente carichi al “Bruno Recchioni”.

 

La cronaca

4’ pt, diagonale dalla destra di Gizzi, Silvestri respinge corto, ma Cossu è

lesto a spazzare.

9’ pt, velleitario rasoterra di Degano dal limite.

11’ pt, bravissimo Di Fabio in uscita ad anticipare gli attaccanti rossoblù su

cross di Massaccesi.

15’ pt, Di Paolo lancia Torbidone a scavalcare la difesa. Silvestri abbozza

l’uscita senza fermare il numero 9 giallorosso che può così involarsi verso

la rete, ma Aquino è provvidenziale nel ripiegare e far sfumare la ghiotta

occasione per gli abruzzesi.

20’ pt, corner di Degano sul secondo palo dove stacca Aquino che scheggia

la traversa.

22’ pt, Degano imbecca Amodeo il quale stoppa, controlla e conclude alto.

39’ pt, conclusione alta di Carrato propiziata da un’incertezza in uscita di

Silvestri.

41’ pt, palla dentro di Mioni per Amodeo il quale viene atterrato da Mariani,

Lillo è risoluto nell’assegnare il rigore.

42’ pt, Amodeo dal dischetto spara alle stelle, sprecando così una succulenta

opportunità.

45’ pt, Degano calcia a botta sicura su assist di Amodeo ben lanciato da

Ficola, ma Di Fabio azzecca i tempi dell’uscita bloccando così l’ex Ancona.

47’ pt, Petrone da sottomisura porta in vantaggio l’Amiternina su assist di

Torbidone che resiste sulla linea di fondo ad un intervento di Cossu.

1’ st, Ruzzier sulla destra effettua un cross con il contagiri per la testa di

Amodeo il quale, nel cuore dell’area piccola, è glaciale nel piazzare il cuoio

alle spalle di Di Fabio.

3’ st, Degano calcia alto su sponda di Amodeo.

4’ st, Amodeo filtrante per Degano che viene atterrato da Scordella: rigore per

la Civitanovese.

6’ st, Amodeo stavolta è implacabile nella trasformazione nonostante Di

Fabio avesse intuito l’angolo.

15’ st, Di Paolo dalla distanza prova senza pretese.

20’ st, girata al volo di destro di Pintori che si stampa sulla traversa.

22’ st, Forgione crossa per Amodeo che di testa incorna alto.

25’ st, Amodeo conquista palla a centrocampo e pesca Degano che in

diagonale gonfia la rete.

28’ st, punizione di Carrato, Silvestri è bravo a deviare in corner con i pugni.

36’ st, mani di Mariani in tuffo su conclusione di Degano: terzo rigore di

giornata per la Civitanovese.

37’ st, dagli undici metri è spietato Mengali: 4-1.

43’ st, punizione di Margarita dalla sinistra: incrocio dei pali.