“Il gusto della solidarietà”: è già sold out

00cgaleazziTutti prenotati i 150 posti disponibili per la cena di beneficenza che si terrà domani all’Ego Hotel di Ancona, organizzata dalla Fondazione Paladini, attiva nel settore delle patologie neuromuscolari. Performance di gusto dello chef Mauro Uliassi e del barman Marco Pistone, e lotteria con opere uniche di Magnolia Sisti, Catia Uliassi e Christian Galeazzi

 

La solidarietà fa sold out. La tavola non è ancora apparecchiata e già i posti sono stati tutti prenotati.

E’ un successo annunciato “Il gusto della solidarietà“, la cena di beneficenza organizzata dalla Fondazione Dr Dante Paladini che si terrà domani, a partire dalle ore 20, all’Ego Hotel di Ancona.

I 150 posti disponibili si sono esauriti in pochissimo tempo, con adesioni giunte non solo dal territorio anconetano, ma anche da fuori provincia. Segno tangibile di un tessuto sociale attento alla collettività e alle problematiche dei più deboli, in particolare a quelle cui la Fondazione Paladini ha dedicato la sua ragion d’essere: le malattie neuromuscolari. E proprio a questa onlus sarà devoluto il ricavato della cena, per dare linfa alle sue molteplici attività: formazione nel settore medico, supporto alla ricerca, sostegno ai malati e alle loro famiglie, acquisto di attrezzature mediche da donare agli Ospedali Riuniti di Ancona.

Intanto la cucina è già un fermento e si prepara ad accogliere lo chef pluristellato Mauro Uliassi, che sarà l’artefice di gustosi e sorprendenti piatti a base di pesce, serviti dopo il caratteristico aperitivo “street good”. Innaffieranno il tutto i migliori vini doc marchigiani, selezionati da Alberto Mazzoni, enologo e direttore dell’Istituto Marchigiano di Tutela Vini.

Non mancherà l’accompagnamento musicale, mentre brio e spettacolo saranno gli ingredienti delle performance di Marco Pistone, tra i migliori dieci barman d’Europa, e titolare del rinomato Barcelona Cafè di Crema.

Dulcis in fundo, è il caso di dirlo, sarà la volta di un buffet goloso offerto dalla pasticceria Picchio di Loreto, da Cioccolato di bruco di Jesi e dalla Compagnia del cioccolato, di cui sarà presente il presidente nazionale Gilberto Mora.

E se la Fondazione Paladini ha il merito di accendere i riflettori su delle patologie poco discusse, c’è chi non solo ha accolto l’invito, ma ha anche voluto dare un contributo in prima persona, donando una propria creazione, pensata ad hoc per l’evento, e che verrà messa in palio nel corso della lotteria che si terrà in serata.

E’ il caso di Magnolia Sisti, dell’omonima e famosa gioielleria anconetana, che ha realizzato un gioiello unico a forma di farfalla -il logo della Fondazione- in oro con diamanti incastonati.

Ed è il caso di due altri poliedrici artisti che hanno realizzato ciascuno una tela nata dalla propria creatività: Catia Uliassi, sorella dello chef che farà gli onori di casa, e Christian Galeazzi, in arte Masa, titolare del negozio Milton Uomo di Ancona.

Insomma, l’iniziativa è già stata premiata, e sarà di certo un canale importante per contribuire alla sensibilizzazione verso le patologie neuromuscolari, malattie molto invalidanti (come la sclerosi laterale amiotrofica, l’atrofia muscolare spinale, la paralisi bulbare e altre forme di miopatie e miastenie) che colpiscono gradualmente i muscoli portando ad una disabilità cronica di varia entità. Patologie che nelle Marche vedono coinvolte circa 900 persone con forme di origine genetica, e circa 400 con forme croniche: numeri che non ci devono lasciare indifferenti.

 

Moretti Comunicazione

Giorgio Moretti