Bookmarchs, successo per “Aspettando il Festival”

È andata in archivio con successo “Aspettando il festival”, l’anteprima della seconda edizione di
BookMarchs – L’altra voce, la rassegna dedicata ai traduttori che in questi giorni sta coinvolgendo
ben undici piccoli comuni delle Province di Fermo e Ascoli Piceno.
Interesse, curiosità e buona partecipazione di pubblico hanno caratterizzato tutti e tre gli eventi
proposti finora, dalla serata inaugurale di Campofilone al sabato pomeriggio di Montefiore dell’Aso
dedicato a Crivelli fino all’atto finale del progetto “Il traduttore in classe”, che si è svolto domenica
al Castello di Ponzano di Fermo.
Un’occasione, quest’ultima, per riflettere sulle rime e le poesie per l’infanzia insieme alla traduttrice
Ilaria Piperno e alla poetessa Evelina De Signoribus, accompagnate dalla voce dell’attore
Piergiorgio Cinì, abile ad affascinare il pubblico con le sue letture, ma soprattutto un’opportunità
per presentare i risultati di un progetto, “Il traduttore in classe”, per l’appunto, che ha saputo destare
un interesse diffuso anche al di fuori dei Comuni coinvolti (Altidona, Campofilone, Monterubbiano
e Pedaso).
E così il pubblico ha potuto osservare i disegni dei bambini della quinta di Campofilone, raccolti in
un libricino per volontà dell’ex sindaco e Presidente dell’Ecomuseo della Valle dell’Aso Ercole
D’Ercoli, e soprattutto le traduzioni da parte dei giovani studenti della filastrocca del Joker,
contenuta all’interno del libro che è stato al centro dell’intero progetto, Il meraviglioso mago di Oz
di Frank Baum: 60 versioni tutte differenti di pochissimi versi, a testimoniare in maniera
inequivocabile quella pluralità di voci che è l’essenza del mondo della traduzione e, di riflesso,
dell’esperimento culturale targato BookMarchs.
Archiviata l’anteprima, ora il festival entra nel vivo: per un inconveniente indipendente dalla
volontà degli organizzatori non ci sarà purtroppo Maurizio Bettini, che avrebbe dovuto essere il
protagonista della serata di domani (mercoledì 4 settembre) ad Ortezzano. Insieme ad Alessio
Torino, scrittore e latinista che insegna all’Università di Urbino, interverranno il direttore artistico
della rassegna Fabio Pedone e Isabella Carloni, attrice e drammaturga, curatrice della sezione teatro
del festival.
Il programma continuerà poi fino all’8 settembre con doppio appuntamento tardo pomeridiano e
serale nelle giornate di giovedì (Altidona e Lapedona), venerdì (Petritoli e Monterubbiano) e sabato
(Pedaso e Moresco), prima del gran finale di domenica presso l’area archeologica “La Cuma” di
Monte Rinaldo.