Cgil e Uil su Province

002abolizioneprov“Assurdo, arrogante ed inconcludente l’atteggiamento del Governo Renzi che continua

a generare caos e disorientamento a discapito di tutti i dipendenti delle Province italiane

senza invece affrontare seriamente il nodo del riordino istituzionale incoscientemente

lascito al suo destino dallo stesso premier ”.

Così i segretari generali di CGIL e UIL funzione pubblica delle Marche Pertoldi

Alessandro e Santini Carlo che all’unisono, dopo lo sciopero generale di venerdì 12

dicembre (che ha visto la mancata partecipazione della CISL.) e dopo aver espresso nella

stessa giornata alla Prefettura di Ancona il malessere dei 2.500 dipendenti delle Province

marchigiane che rischiano già dal prossimo mese di gennaio 2015 di non ricevere lo

stipendio a seguito dei tagli ipotizzati dalla legge di stabilità per l’anno prossimo, si

preparano ora alla manifestazione unitaria organizzata a livello nazionale per venerdì 19

dicembre.

“A rischio la professionalità dei dipendenti, il livello occupazionale ed il mantenimento

dei servizi pubblici ai cittadini” continuano Santini e Pertoldi. “ Venerdì 19 dicembre

occuperemo tutte le sedi delle amministrazioni provinciali ed organizzeremo un

sit-in davanti alla Regione Marche affinché il potere politico regionale intervenga

concretamente nei confronti del Governo Centrale per scongiurare una sciagura

annunciata. A tal proposito la 1^ Commissione Consiliare ha provveduto a convocarci

per lunedì 29 dicembre, ed anche in tale occasione organizzeremo apposite iniziative da

parte di tutti i dipendenti delle province marchigiane. Il tutto con l’obiettivo di far cambiare

atteggiamento al Governo che sulla materia ha creato un vero e proprio inaccettabile

pasticcio.”

CGIL FP UILFPL

A. Pertoldi C. Santini