Assemblea pubblica sul Piano delle Antenne

04antenne“Siamo convinti della necessità di un piano delle Antenne. Il

Comune potrà individuare i posizionamenti che ritiene più idonei, nel rispetto

delle esigenze di sviluppo della rete di telefonia mobile e di tutela della salute

dei cittadini”. Con queste parole Matteo Silenzi, vice Sindaco e assessore

all’Ambiente del Comune di Fermo, ha aperto ieri l’incontro alla Sala

Montalcini di Viale Trieste. Un’assemblea attesa dai cittadini che sono

intervenuti numerosi. Un pubblico attento e partecipe che ha ascoltato la

puntuale relazione dell’assessore Silenzi. “Il progettista incaricato dal

Comune ha predisposto una bozza di Piano che ora vogliamo condividere e

confrontare con la cittadinanza prima dell’approvazione definitiva in

Consiglio Comunale che non arriverà prima di settembre. C’è tempo per

valutare nei diversi quartieri le singole problematiche. Presto saranno

individuate e comunicate le date per le assemblee”. La bozza del Piano,

pubblicata da settimane nel sito del Comune, è stata proiettata nel corso

dell’incontro di ieri. Fra il pubblico anche l’assessore ai Lavori Pubblici Luigi

Montanini e diversi consiglieri di maggioranza e minoranza. L’assessore

Silenzi che ha ricordato i riferimenti normativi per gli impianti di telefonia

mobile e ripercorso alcune fondamentali sentenze nel campo delle antenne, ha

sottolineato: “Lo sviluppo delle reti di telefonia rappresenta un interesse

strategico per la nazione, secondo quando sancito dal Codice per le

telecomunicazioni del 2003. Dall’altra esiste una legge, la n° 36 del 2001,

sulla protezione dall’esposizione a campi elettromagnetici. Va inoltre

considerato che questo tipo di impianti sono equiparati a opere di

urbanizzazione primaria e in tal senso la legge dice che devono seguire lo

sviluppo degli insediamenti abitati”. L’Assessore ha poi affrontato nello

specifico il piano che fotografa la situazione esistente nel territorio comunale

e le zone di sviluppo degli impianti. 9 gli impianti attivi della Tim, 10 della

Vodafone, 6 della Wind e 7 della H3G. Le compagnie telefoniche che hanno

presentato le ipotesi di sviluppo hanno richiesto 2 impianti per Tim, 3 per

Vodafone, 11 per Wind e 9 per H3G. Complessivamente a fronte di 32

impianti attivi, le nuove richieste ammontano a 25. L’Assessore Silenzi ha

poi risposto ai numerosi interventi di cittadini e comitati presenti affrontando

le problematiche relative alle installazioni nel quartiere Santa Caterina e a

Salvano. In particolare per Santa Caterina l’Assessore ha sottolineato la

difficoltà nel trovare una soluzione condivisa e i rischi nel caso in cui si

scegliesse di non proporre alle compagnie nessun sito disponibile. “E’ stata

una discussione positiva e propositiva. Condividiamo tutti l’importanza di

trovare una soluzione insieme: “decidere di non decidere”, comporterebbe il

rischio di installazioni selvagge. Siamo riusciti a spiegare lo spirito con cui

portiamo avanti la proposta del Piano delle Antenne. Per il Comune il Piano

rappresenta l’unico strumento per tutelare al massimo la salute dei cittadini

dai possibili rischi derivanti dall’esposizione ai campi elettromagnetici. Per le

prossime riunioni partiamo da questi punti fermi per entrare poi nel merito

delle singole zone e cercare soluzioni condivise”.