Usura, rinvio a giudizio dirigenti Findomestic

0palazzo giuIl Gup del Tribunale di Macerata ha rinviato a giudizio oggi quattro dirigenti della sede centrale di Firenze della Findomestic Banca con l’accusa di usura. La vicenda risale agli anni 2008-2009 quando un privato cittadino maceratese per un prestito di 1.500 euro si sarebbe sentito chiedere da Findomestic interessi del 27,24%. I dirigenti sotto processo respingono oggi accusa, e si dicono certi di poter dimostrare «di aver sempre operato con correttezza, rispettando in pieno la legge e tutte le normative appositamente emanate dalla Banca d’Italia che regolamentano la l’attività». «Gli esponenti di Findomestic Banca – si legge in un comunicato – ricordano come da tempo la Banca sia impegnata a promuovere una cultura della trasparenza e della consapevolezza a favore dei propri clienti sulle tematiche del credito responsabile; in tale ottica si attiveranno per evidenziare in modo documentato l’assoluta estraneità alla fattispecie di reato loro contestata».