14 luglio, l’Eros a “l’altra fedora”, festival di arti performative e visive

By on luglio 14, 2018

Tutto in una sera, tutto in un giardino. È dedicata all’Eros la seconda serata de “l’altra fedora”, Festival
diffuso di Arti Performative e Visive ospitato in case e giardini privati del territorio marchigiano, a cura
dell’associazione culturale TiVittori, arrivato alla terza edizione. L’appuntamento è per sabato 14 luglio,
in una casa di Serra de’ Conti (AN). Il giardino delle arti si aprirà alle ore 20, accogliendo gli artisti:
Compagnia Toscana Media Arte, Daniela Ciaparrone, Riccardo Balestra, Lucia Gerini, Emilio Gonella,
Ludovico Paladini, Numero Cromatico, Confluenze. Necessaria tessera associativa. Ingresso con
contributo. Info www.laltrafedorafestival.it / 3481217242

Un gelso che si fa palcoscenico, corpi sensibili in movimento, cortometraggi erotici dei primi del Novecento,
una coppia alle prese con un manuale per ridare un po’ di pepe alla routine, silhouette in controluce che
danzano sulle corde di un violoncello… Sono alcune delle suggestioni che disegneranno la seconda serata
del festival “l’altra fedora”, dedicata all’Eros e ospitata, sabato 14 luglio, da una accogliente e
affascinante casa di Serra de’ Conti (AN). Info e prenotazioni al 3481217242 o info@laltrafedorafestival.it
Dopo la serata sul Mistero, il percorso del Festival diffuso di Arti Performative e Visive organizzato
dall’associazione Tivittori, arrivato quest’anno alla sua terza edizione, continua dunque con una parola-
chiave aperta a molteplici manifestazioni e interpretazioni: Eros. I lavori artistici scelti per esplorare
questo tema sono lo spettacolo teatrale “Lui, lei e il manuale”, atto unico / commedia di Compagnia
Toscana Media Arte; la performance “Volevo scrivere una lettera al mondo” (su prenotazione, posti
limitati) di e con Daniela Ciaparrone e Riccardo Balestra; “Coexistence in silhouette”, performance per
danza e violoncello di e con Lucia Gerini e Emilio Gonella; “Raise you head, take a look”, performance di
danza di e con Ludovico Paladini; “Dentro”, esito espositivo di un percorso a cura di Numero Cromatico;
“Notturno Boudoir” a cura di Confluenze in collaborazione con la rassegna “Corto Circuito” e
“CINEMaTEMA”, rubrica di suggerimenti cinematografici a tema a cura di Cristina Terzoni.
Gli ospiti potranno entrare nel giardino delle arti a partire dalle 20, godere di qualche assaggio di prodotti
tipici e vini locali con la luce del tramonto e poi immergersi nella serata.
Una coppia sposata di mezza età, come ce ne sono tante, nella sua quotidianità: davanti alla televisione, in
cucina, nella camera da letto. Si potrebbe andare così in eterno, ma la più cara amica di Lei e il più caro
amico di Lui, premono perché questa quotidianità la si sconvolga, la si renda avventurosa, strana, e cosa c’è
di meglio che farlo attraverso il sesso? “Lui, Lei e il Manuale” è una esilarante commedia a due voci, in
atto unico, sulla vita di coppia. Scritto e diretto da Ornella Esposito, con Barbara Esposito e Antonio
Branchi, con le musiche di Zoe Nardone, il lavoro è prodotto da Compagnia Toscana Media Arte. La
compagnia si occupa di teatro, danza e arti multimediali in ambito espressivo e formativo.
È richiesta la prenotazione per partecipare alla performance “Volevo scrivere una lettera al mondo”, di e
con Daniela Ciaparrone e Riccardo Balestra. Due figure compongono il quadro: una incarna la figura del
mondo intero, l’altra quello dell’artista. La performance si apre come critica al “macello” delle idee e dei
tanti corpi sensibili quali siamo tutti noi, quotidianamente scomposti, espulsi e macellati dalle peripezie
burocratiche, perdendo ogni diritto d’espressione.
Ogni anno, il festival “l’altra fedora” sostiene giovani artisti in particolare del territorio marchigiano e si fa
vetrina per lavori specifici. Sabato, verranno presentati tre artisti per due lavori di ricerca espressiva
nell’ambito della danza. Il primo lavoro presentato è “Coexistence in silhouette” di e con Lucia Gerini,
danzatrice di Fabriano, e Emilio Gonella, violoncellista di Padova, entrambi ventenni. La performance
vuole essere un quadro in cui coesistono due dei linguaggi artistici che più si inseguono: la musica e la
danza. Incarnano la passione che fa muovere verso e oltre, perché loro stesse già sono passioni in chi le

pratica. Il secondo lavoro presentato è “Raise your head, take a look”, performance di Ludovico Paladini,
giovane danzatore di Arcevia, formatosi nelle Marche e all’estero, che inizia a farsi conoscere nei circuiti
internazionali. Interno autobus 17. Nostalgico sottofondo musicale di Max Richter e Fabrizio De Andrè. Nel
breve tempo tra due fermate, Galicien e Georgette, quattro personaggi prendono forma e sostanza, uno
dopo l’altro, in continua metamorfosi, per raccontare un bagliore…
Per tutta la serata, gli ospiti della casa potranno incontrare diversi lavori espositivi e cinematografici. A
partire dalla rubrica “CINEMaTEMA”, che proporrà una piccola panoramica sull’eros raccontato dal cinema
del secolo scorso, secondo la selezione a cura dell’esperta Cristina Terzoni. Si prosegue con “Dentro”, esito
espositivo di un corso di progettazione, editing e stampa in Risographe a cura di Numero Cromatico,
centro di ricerca e casa editrice già ospite del festival l’anno scorso, che si è focalizzato sul binomio Eros-
Parola. Infine, con le luci della notte, si aprirà “Notturno Boudoir”, letteralmente salottino per signora, uno
spazio dedicato all’immaginario dei primi del Novecento, che quest’anno sarà inaugurato dalla selezione a
cura di Confluenze. Saranno mostrati alcuni corti erotici degli anni 1910 e 1920, nel gusto del tempo. L’idea
rientra nel progetto di Corto Circuito 6, rassegna dai festival di cortometraggi, con il quale il festival l’altra
fedora quest’anno collabora.
L’ultima serata del festival “l’altra fedora” sarà quella del 28 luglio dedicata alla Leggerezza, che si svolgerà
a Senigallia. L’iniziativa è a cura dell’associazione culturale TiVittori di Serra de’ Conti. Per partecipare è
dunque necessario avere la tessera associativa in corso di validità (possibilità di tesseramento in loco, 3
eu). È previsto un contributo di partecipazione a serata, che va a sostegno degli artisti e dell’attività
culturale, essendo il festival indipendente e autofinanziato. Consigliata la prenotazione
(info@laltrafedorafestival.it). Tutte le informazioni per partecipare si trovano sul sito
laltrafedorafestival.it
Quest’anno il festival ringrazia per l’amichevole e concreto sostegno: tutti i padroni di casa che ci
accolgono, Stefano Vecchi studio odontoiatrico, Centro estetico Morena, Goretti, Kei Kei studio, BBC Ostra
Vetere, associazione Confluenze e tutti i ragazzi dell’associazione TiVittori (impegnati
contemporaneamente nell’organizzazione del festival “Passaggi Periferici”, il 20 luglio a Serra de’ Conti, info
https://www.facebook.com/exfrantoioserra/).
Tutte le info per partecipare e i dettagli di programma su www.laltrafedorafestival.it
FB facebook.com/laltrafedorafestival/
Prenotazioni: cell. 348 1217242 / e-mail info@laltrafedorafestival.it

You must be logged in to post a comment Login

How To Get Rid Of Stretch Marks