Note di viaggio – Il Salento

Il Salento è presente in praticamente tutte le classifiche delle 10 spiagge più belle nel mondo, sia a
livello italiano che internazionale. Se è vero che la spiaggia conosciuto come “Le Maldive del
Salento” ha acquisito notorietà mondiale, ridurre tutto questo però a una singola spiaggia è
limitativo. Aggiungiamo che i luoghi “di culto” sono sempre iper-affollati, ma come sempre nei
posti più belli, anche in quelli più esclusivi, è insita la possibilità di scoprire gli angoli più tranquilli e
non per questo meno belli.
Se la spiaggia delle Maldive è bellissima, non di meno lo sono quelle subito a fianco, dove ad
esempio è possibile prendere il sole, fare il bagno, ma anche gustare ottimo pesce direttamente
sulla spiaggia a lume di candela guardando il mare come ad Euro Beach. Ovunque si trovano
spiagge di sabbia molto belle, mare blu caldo con acque pulite, frutta da gustare con Primitivo e
Negroamaro. Come non nominare ad esempio un ristorante che tiene fede al proprio nome come
La Grande Abbuffata? Ed è possibile anche unire cibo e arte, andando a Specchia, paese
patrimonio protetto dall’Unesco, non solo delizioso, ma con l’atout di un ristorante con vista sulla
vallata e gamberoni locali di altissima qualità, come la Trattoria da Coppuledda.
Quando ci si stanca della spiaggia ci si può muovere lungo il tacco sfruttando una infrastruttura
stradale ottima, scorrevole, senza traffico nemmeno in pieno agosto. Quindi muoversi verso la
bellissima Santa Maria di Leuca, con un’aria leggermente decadente, una meravigliosa vista dal
faro, e fermarsi a gustare una splendida cena di pesce, con la vista su un tramonto mozzafiato
dalla sala ristorante panoramica del Mangiamare, mentre un musicista riempie di note in
sottofondo l’aria. Vogliamo aggiungere che al centro preparano a vista burrata e ostriche in tempo
reale?
Ma il Salento ha la bellezza di essere poi raccolto in poche decine di chilometri, si può facilmente
attraversare la penisola e arrivare a Torre dell’Orso per fare il bagno nell’Adriatico, risalite nella
capitale del barocco, una meravigliosa Lecce tutta da ammirare nella sua architettura
magnificente. Rientrando dal capoluogo è d’obbligo la sosta a Gallipoli, gemma incantevole con un
centro storico di incomparabile bellezza, che vanta un bel castello e un dedalo di vie antiche colme
di negozietti e scorci deliziosi, oltra la più altra concentrazione di belle donne per chilometro
quadrato nel mondo conosciuto. La cena? Evitare le vie dello shopping a uso turistico e trovare un
luogo appartato come L’Angolo blu, tranquillo e con ottimi piatti. Ma il Salento ha tante altre
frecce e tesori da scoprire, a voi il dovere e il piacere di trovarli.
MAURIZIO DONINI