Il circuito Marchex

marchex-450x148Un’intera regione in rete, interconnessa e collaborativa. Questo è il circuito Marchex, il circuito di Credito Commerciale Marchigiano con le potenzialità della moneta complementare. Un circuito integrato progettato per facilitare le relazioni tra soggetti economici del territorio con strumenti di pagamento e di credito paralleli e complementari. Nato in Sardegna nel 2009 il circuito si sta replicando con successo in numerose regioni. Non ha la pretesa di sostituire l’euro, commenta Sabrina Poggi, l’Amministratore unico Circuito Marchex, bensì quella di svolgere funzioni che la moneta ufficiale non è in grado di assolvere. Un nuovo modo, rivoluzionario, di ripensare l’economia locale, sostenuta dalla forza del gruppo e dalla fiducia reciproca. Ad ogni impresa, ditta individuale, libero professionista associato al circuito, viene aperto un conto presso la Camera di Compensazione del Circuito, spendibile esclusivamente all’interno della rete, dove tutti i soggetti partecipanti sono sia fornitori, quanto acquirenti e di conseguenza a seconda delle operazioni debitori e creditori senza scambio di moneta reale. I risultati ottenuti a due anni dalla nascita contano più di 700 aziende iscritte e un transato complessivo movimentato in moneta complementare pari a 7,4 mln, a cui corrispondono più di 25.000 transazioni con un aumento percentuale del 276% rispetto al 2105. A partire da questo mese sarà reso più efficiente con il programma innovativo “Android/Ios App e di Bi500” di fidelizzazione che coinvolgerà anche consumatori finali. A breve potrebbe entrare anche la pubblica Amministrazione nel circuito e numerosi dipendenti. Sono infatti le Comunità che creano nuovi valori, network attivi, propositivi e veri protagonisti del territorio locale.

Paola Pieroni