RAFFICA DI FURTI CASE ASCOLI. UN ALBANESE ARRESTATO

ASCOLI PICENO- Uno dei tre albanesi che la sera del 28 febbraio scorso hanno portato scompiglio e paura nel quartiere di Porta Maggiore, ad Ascoli Piceno, tentando diversi furti in abitazione e poi fuggendo all’intervento degli agenti della polizia, con tanto di incidente stradale e ferimento di un poliziotto, e’ stato arrestato ad Alba Adriatica (Teramo) dalle squadre mobili delle Questure di Ascoli e Teramo. Si tratta di un 24enne, Klejdi Karai, fermato in un appartamento dove vivevano altre due ragazze albanesi, deferite in stato di liberta’. Il 24enne, insieme a due complici aveva rubato un auto a Cologno Monzese per poi, il 28 febbraio, tentato i furti nelle villette del quartiere ascolano con modalita’ molto approssimative , ma che comunque, intorno alle 18,30 della sera, avevano creato molta preoccupazione tra i molti residenti della zona, bambini compresi. L’intervento rapido della polizia aveva provocato la loro fuga prima in auto, poi – dopo uno scontro con due vetture parcheggiate nella zona – a piedi, fino al fiume Tronto e all’esterno della citta’. La banda degli albanesi era riuscita dileguarsi rubando nelle ore successive un altra vettura, a Mosciano Sant’Angelo, in provincia di Teramo. Vettura che poi la polizia ha individuato sulla costa abruzzese, a Villa Rosa di Martinsicuro, circostanza che ha poi permesso di risalire ad uno dei tre malviventi. Nel covo temporaneo di Alba Adriatica gli investigatori hanno trovato oggetti in oro, borse e capi firmati, denaro contante. Il 24enne arrestato e’ stato trasferito nel carcere di Teramo.