“Tango, monsieur?”. A Jesi continua con una commedia il Festival Marche in Atti 2023

Il Festival eleggerà la compagnia che rappresenterà le Marche al Gran Premio Nazionale della FITA (Federazione Italiana Teatro Amatori).

Secondo appuntamento per la rassegna teatrale “Marche in Atti” che prosegue domenica 15 gennaio alle ore 17:15 al Teatro Il Piccolo di Jesi (adiacente alla chiesa di San Giuseppe), con lo spettacolo “Tango, Monsieur?”, commedia messa in scena dall’Associazione Teatrale Agorà di Porto Potenza Picena. È il secondo dei cinque spettacoli di teatro amatoriale che si contenderanno il primo posto del Festival Marche in Atti. La kermesse regionale, infatti, si snoderà lungo il mese di gennaio al Teatro “il Piccolo” ed è realizzata sotto il patrocinio della Regione Marche e del Comune di Jesi.

A seguire, sabato 21 gennaio alle ore 21:15, Teatro Drao e Teatro Tre metteranno in scena “Rosalyn”, mentre domenica 22 gennaio alle ore 17:15 la compagnia il Teatro dei Superpoteri presenta “la Lisistrata”. Domenica 29 gennaio alle ore 17:15 il Teatro Accademia di Pesaro presenterà “le Susse di una zittella” mentre la serata conclusiva del Festival si terrà sabato 4 febbraio alle 21:15, con le premiazioni delle compagnie in gara che decreteranno l’accesso alla fase nazionale del Gran Premio Nazionale della FITA (Federazione Italiana Teatro Amatori).

Una commedia esilarante, la trama di “Tango, monsieur?”

La vita di Marco Anselmi, incallito Don Giovanni, sta per avere una svolta quando quattro
donne, tutte molto diverse tra loro, all’insaputa l’una dell’altra, vengono convocate nella casa del loro uomo. Qui si scoprono mogli o fidanzate dello stesso Marco che però, furbescamente,
non si presenta all’appuntamento lasciando a Carletto, fedele maggiordomo, la patata
bollente di risolvere il caso e di liberarsi di loro. Le donne tradite, dapprima rivali, diventano
complici ed escogitano un piano per vendicarsi di Marco. Sotto gli occhi esterrefatti dell’attonito maggiordomo, gli eventi si evolvono in un comico crescendo assumendo ora i toni del giallo, ora quelli del grottesco, ora quelli dell’assurdo fino all’inimmaginabile finale.
Ideato dall’autore Aldo Lo Castro e con la regia di Oscar Genovese, lo spettacolo vede come interpreti Carlo Spinelli, Luigi Gratti, Clelia Di Benedetto, Michela Morgoni, Amanda Marini, Nadia Muliari, Stefania Florio, Orietta Giorgetti, Marisa Pitti, Sara Ruffini, Lauretta Gratti e Marco Anselmi.

Note di regia.

Sei personaggi sui quali giocare donandogli un carattere, un portamento, una sostanza,
partendo dall’intelligente disegno dell’autore, è stata la sfida nell’affrontare questa divertente commedia. Gli attori e le attrici si sono calati in personaggi che mutano durante il dipanarsi della trama e i frequenti cambi di abito ne sottolineano la trasformazione nelle intenzioni e negli atteggiamenti. La rabbia si veste rock, la leggerezza si veste Miss, la soggezione si veste Frac, la calma si veste tailleur, il desiderio si veste tango, ed è proprio il Tango la metafora che lega gli intrecci: l’uomo conquistatore stabilisce leggi, tempi, ritmi e destino delle sue conquiste femminili, fino a quando il gioco cambia e le donne si riappropriano delle stesse armi diventando conduttrici del ballo. Una storia in cui c’è amore, odio, seduzione, passione, complicità, vendetta, serviti con stile, come si conviene a un tango, ma con un tocco leggero e divertente che conduce il pubblico a sonore risate.

Per tutti gli spettacoli il costo del biglietto intero è di 13€ – ridotti under 25 e tesserati Fita 10€.