“Arrivammo a New York il 16 verso mezzanotte”

Sul palco del “Giusti” venerdì 16 dicembre alle 21.15 Oberdan Cesanelli, insieme a Gianpaolo
Valentini e con le musiche dal vivo di Roberto Lucanero, porterà in scena l’epistolario di un
morrovallese oltreoceano, vale a dire il nonno Adolfo Cesanelli emigrato in Argentina.
Lo spettacolo ha ottenuto il patrocinio del Consolato Generale di Bahia Blanca e sarà visibile
via web in Argentina grazie alla collaborazione della Federazione Marchigiani in Argentina.
“Lo spettacolo vive della forza della verità e della tragedia – la recensione di Alfonso Cipolla,
Direttore Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare – tanto più vibrante
perché a dar voce a quelle lettere, scritte in una lingua che oggi affascina per dimenticata
compitezza, è Oberdan Cesanelli, pronipote di quel tal Adolfo, custode di quella storia familiare
che in scena diventa exemplum commovente e monito per l’oggi”.
“Ascoltare frammenti di microstorie lontane di gente comune, di attimi inanellati giorno dopo
giorno nella loro quotidianità spicciola – prosegue Cipolla – diventa quasi disvelamento. È
sussurro su cui si riverberano gli accidenti della Storia, segnando solchi che sono nel contempo
fondamenta – infinitesimali certo, eppure imprescindibili – del senso di un’epoca”.
INFO
328-7756579 – info@lagruproduzioni.com
Acquista il biglietto online bit.ly/3GYVz4C