Pato da impazzire, Rozo boom boom: il Città di Falconara regola Rovigo e riparte di slancio

Il Città di Falconara torna a vincere e lo fa davanti al proprio pubblico contro un Rovigo Orange al termine di una gara controllata fin da primi minuti e risolta con gli acuti di una grande Rafa Pato Dal’maz, tripletta per lei, e la miglior Nathalia Rozo dall’inizio del torneo. Non ne passano neanche 6 dall’avvio che le Citizens, partite in quarta ma senza Taty acciaccata e con Taina a mezzo servizio per un risentimento, si portano sul triplo vantaggio. Apre le danze Pato Dal’maz che conquista un pallone in avanti, si porta al centro e realizza il vantaggio. Il raddoppio nasce un minuto dopo da una bella triangolazione tra Rozo e la numero 99 con la prima che si esibisce in un diagonale senza scampo per Grandi. Ancora Roza firma la sua doppietta personale concludendo al meglio un’inarrestabile inserimento al centro di Isa Pereira che la serve facile facile alla compagna. Si va vivo anche il Rovigo. Al 9′ Dibiase esce alla perfezione sull’affondo di Lorrai mentre al 12′ è di nuovo insuperabile sulla conclusione di Iturriaga. Rovigo nuovamente pericoloso su corner, c’è il palo a salvare tra i rimpalli la porta delle padrone di casa. Il risultato non cambia fino al riposo nonostante una sequenza di azioni delle falchette con protagoniste Isa Pereira (due cannonate dalla distanza), Dal’maz e Taina Santos. La ripresa si apre e capitan Ferrara sfiora subito l’eurogol esibendo il suo mancino in una palombella dalla distanza a scavalcare Gava, inserita al posto di Grandi e nell’occasione fuori dai pali dopo aver frenato Rozo. Le venete cercano in tutti i modi di riaprire la gara con Saraniti, Iturriaga e poi ancora Buzignani. Dibiase le para tutte e suona la sveglia alle sue con un tentativo dalla distanza. Gava, fuori dai pali, ringrazia il palo e qualche minuto dopo anche la traversa che ferma la botta dalla distanza di Praticò. Il poker sembra non voler arrivare e così Dal’maz si incarica di approfittare di uno svarione difensivo delle avversarie. Sul 4-0 il Rovigo mette Iturriaga a fare il quinto di movimento e riesce a sbloccare il suo attacco. Othmani sotto misura e Saraniti di testa su azione di corner accorciano le distanze ma quando già è troppo tardi. Tant’è che la solita Dal’maz trova la tripletta a 22 secondi dalla sirena decretando anzitempo la fine delle ostilità. La squadra di mister Neri sale a quota 18 e la classifica resta immutata con il Bitonto appaiato e il Tikitaka Francavilla ancora al comando a un punto. Prossimo impegno in calendario: la trasferta di domenica 27 in Puglia contro il Molfetta.