Il post Bergamo insieme a coach Ortenzi

Le dichiarazioni del tecnico grottese a margine dell’exploit di domenica.
Grande pubblico, grande prestazione, grande risultato. La ricetta perfetta per coronare un appassionante
weekend di volley che ha visto Vecchi e compagni avere la meglio su una delle formazioni più quotate del
torneo. Dall’altro lato della rete mancava sì un regista del calibro di Jovanovic ma Bergamo è pur sempre
Bergamo e la qualità dei restanti interpreti è indiscutibile così come la bontà dell’impresa grottese. Una
gara di polso sin dalle prime battute, due set condotti autorevolmente dal primo all’ultimo pallone ed un
terzo sciupato proprio sul più bello che rischiava di rimettere pericolosamente in carreggiata la compagine
orobica. L’avvio di quarto parziale sembrava poter indirizzare la sfida proprio in questo senso con
Cominetti e compagni a prendere subito il largo dopo una manciata di palloni giocati, la Videx Yuasa ha
saputo però mantenere la giusta freddezza ricucendo poco alla volta lo strappo fino a sferrare la zampata
decisiva al fotofinish. Se Rasmus Breuning Nielsen è la solita certezza (24 punti, 54% in attacco), il
rientrante Dusan Bonacic ha dato ampio respiro alla compagine di Ortenzi con 14 segnature complessive,
condite con 3 muri vincenti e l’ace che nel quarto parziale ha prodotto il decisivo sorpasso grottese sul 23-
22 nell’estasi generale del PalaGrotta. Buone percentuali realizzative anche al centro con l’80% di Cubito
ed il 63% di Bartolucci, il quale ha chiuso con 7 punti, un ace ed un muro. Sempre dal centro coach
Ortenzi ha operato nel finale la mossa decisiva gettando nella mischia Leonardo Focosi, risultato poi
decisivo con il muro che ha permesso alla Videx Yuasa di chiudere i giochi.
Palpabile la soddisfazione del tecnico grottese a fine match: “ A differenze di altre occasioni abbiamo
fornito un approccio veramente importante – ha dichiarato Massimiliano Ortenzi -. Siamo entrati subito
in partita con grande voglia di lottare su ogni pallone e grande consapevolezza di poter fare bene.
Sapevamo di poterli mettere in difficoltà anche alla luce dell’assenza del loro palleggiatore titolare
(Jovanovic, ndr) e direi che abbiamo giocato una gran bella pallavolo.”
Un risultato pesante, difficilmente pronosticabile alla vigilia, che catapulta la Videx Yuasa al quarto posto
in classifica. Un momento più che favorevole, il cui sano e legittimo entusiasmo non deve però incidere
sull’atteggiamento della squadra. Il profilo, per ovvie ragioni, resta basso: “La classifica non dobbiamo
guardarla, non è una questione di scaramanzia ma semplicemente di umiltà – ha ribadito con fermezza il
coach grottese -. Bisogna mantenere l’atteggiamento di chi deve sudare per guadagnarsi ogni cosa,
partita dopo partita, perché anche domenica abbiamo visto che quando le cose sembrano in discesa
inizia a calare l’attenzione, arriva qualche errore di troppo e a quel punto basta molto poco per perdere
un set. Continuiamo a lavorare a testa bassa per arrivare ad esprimerci al miglior livello possibile.”
Menzione speciale per Leonardo Focosi, subentrato dalla panchina nel momento clou e capace di fornire
un apporto fondamentale nell’economia del risultato: “Sono molto contento per lui perché non giocava da
un po’ e dopo una bella settimana di lavoro si meritava questa chance – ha proseguito Ortenzi -. E’
entrato con il giusto atteggiamento ed ha fatto molto bene.”
Il prossimo step è in programma domenica 27 novembre (ore 18). Il nono turno di andata porterà la Videx
Yuasa nella tana della Consoli McDonald’s Brescia.