A Lineapelle, Dami “cambia pelle” con i materiali green

La company marchigiana, ospite della più importante mostra internazionale di pelli, accessori,
componenti, tessuti sintetici e modelli, in programma a Milano dal 20 al 22 settembre, sposa
l’eco-production d’avanguardia.

Ritagliare la concretezza del cambiamento sulla materia del futuro. Indossare la transizione e
scegliere responsabilmente di attraversare le sfide della nostra epoca, cogliere e abitare i
mutamenti. Una visione ambiziosa che Dami, azienda produttrice di fondi per calzature
all’avanguardia nella green economy, incarna da anni. Una filosofia che farà il suo ingresso a
Lineapelle 2022, la mostra internazionale di pelli, accessori, componenti, tessuti sintetici e
modelli in programma a Milano dal 20 al 22 settembre.(PAD 22 STAND H1-H3 / K2-K4).
L’innovation factory marchigiana, dopo aver dato vita all’ultima frontiera della customized
production grazie a tecnologie interattive al servizio dei desideri di ciascun cliente , “cambia
pelle”. E lo fa inserendo sempre più materiali green nelle sue collezioni autunno-inverno
2023/2024. Come i fondi realizzati con la bioplastica derivante da microalghe in eccesso,
una componente che può trasformare il fenomeno delle proliferazioni algali (bloom), da
problema in opportunità, un espanso flessibile ad alte prestazioni. Altra versione eco-friendly
del reale è restituita dal liquid wood , ovvero lignina pura o associata a fibre naturali in
quantità variabili in base all’impiego, garantisce ottime performances ambientali rispetto ad
altri polimeri.
Adatta alle traiettorie mobili di chi lo indossa è il PA2200 Polyamide 12, prototipo di tessuto
stampato in 3D e realizzato da Dami. La texture ricorda la pelle dei serpenti, così come la
flessibilità e la resistenza. La struttura presenta solidità, durezza, biocompatibilità, risulta
personalizzabile in un’ampia varietà di forme e grandezze ed è completamente skin contact.
L’idea di un modello di società in movimento capace di transitare verso uno sviluppo
responsabile è intuibile anche dalla collezione Dami autunno-inverno 2023/2024 che
suggerisce un ritorno al city style e alla street fashion, tendenze sorte direttamente dai

mutamenti sociali, proposte, nei decenni, da cittadini curiosi e attenti al nuovo e oggi tornate
d’attualità per identità plurime ma consapevoli di un medesimo cammino comune.

Milano, 8 settembre 2022

Ufficio Stampa
LOV