“Econazisti” o Ecofurbetti?

Lo showman Lorenzo Cherubini si è sentito autorizzato dal palco del concerto di lido di fermo di rintuzzare alcune critiche e precisare alcune notizie. La prima, che gli ambientalisti che lo hanno criticato sono a detta del cantante degli “Econazisti”, parallelo pericoloso di questi tempi nei quali Putin dice di voler denazificare l’Ucraina, quindi per Jovanotti chiunque critichi le location da lui scelte fa una scelta estrema di ambientalismo tanto da avvicinarlo alla furia iconoclasta del nazismo. Forse Jovanotti, che tanto giovanotto non è si è fatto un pò prendere la mano! La seconda notizia è stata la smentita rispetto ad alcune irregolarità contrattuali per i lavoratori addetti all’allestimento, ha voluto far sapere, unitamente all’organizzazione che si è trattato di altro e che nel cantiere non c’erano operai in nero, ce ne rallegriamo.

Jovanotti non ha chiarito perché continua ad insistere con location tanto particolari per i suoi concerti estivi. Condannando le amministrazioni locali, le quali pensano di trarne chissà quale giovamento a spese straordinarie nell’orine di qualche centinaio di migliaia di euro.

Qui scatta la furbata o forse più di una! La prima accaparrarsi la benevolenza di una delle organizzazioni ambientaliste, la seconda scegliere location “finto originali” per evitare luoghi normalmente dedicati a tali spettacoli dove i circa 15.000 presenti ieri sera sarebbero uno sparuto drappello. Infatti Jovanotti da tempo rinforza il suo show con l’intervento di altri artisti, senza mettere in dubbio le qualità del cantante è giusto dire che il confronto con le folle mosse da alcuni suoi colleghi e assolutamente non confortante.

Si dirà, ognuno ha suoi fan più o meo numerosi, certo, allora il concerto di Jovanotti sarebbe stato bene anche in piazza del Popolo, se si voleva valorizzare la città. Se era un volano per il turismo sarebbe stato sufficiente contare le strutture turistico alberghiere sul territorio di Fermo per capire che gli scopi erano altri e qui ritorna il tema dei furbetti, che sono un pò dovunque, in via Mazzini così come nell’entourage di Jovanotti.

ARES