“La Passione che unisce, insieme con la rossa oltre ogni limite, uguali ma speciali”

CASTORANO – “Si è svolto nei giorni scorsi il primo evento del 2022, “La Passione che unisce, insieme con la
rossa oltre ogni limite, uguali ma speciali”. A comunicarlo è il segretario del dello Scuderia Ferrari Club di
Castorano, Giovanni Menzietti. “Il Club – illustra Menzietti – ha avuto l’onore di accogliere gli ospiti del Centro
Diurno di Integrazione Sociale di Spinetoli e dell’Associazione Adulti Speciali 1880 di Ancarano. E’ stata
un’occasione magnifica per regalare qualche emozione e qualche sorriso a questi giovani amici. Ad avvalorare
e dare lustro alla nostra iniziativa vi è stata la graditissima partecipazione ufficiale di una delegazione
dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato”.
La manifestazione ha preso il via a Castorano nel primo pomeriggio con l’accoglienza degli ospiti delle due
realtà sociali. È seguito il taglio del nastro dell’esposizione di oggetti di artigianato artistico realizzato dagli
ospiti del Centro Diurno. In Piazza Umberto I poi vi è stato l’arrivo di entrambe le Delegazioni dell’Arma dei
Carabinieri e della Polizia di Stato. Subito dopo degli istruttori dell’Autoscuola Val Vibrata hanno dato vita ad
una attività di educazione stradale e civica. Quindi è stato il momento di uno dei punti del programma più
importanti per i giovani ospiti, ovvero il giro panoramico a bordo delle Ferrari dei Soci possessori del Club. Al
ritorno dal tour i ragazzi dell’Associazione Adulti Speciali 1880 di Ancarano hanno svolto una dimostrazione
delle loro attività culinarie.
“La solidarietà – ha aggiunto il presidentissimo dello Scuderia Ferrari Club di Castorano, Ivan Ameli – è uno
dei pilastri della nostra Associazione che qualifica sempre di più il territorio in cui operiamo. In tal senso non
finirò mai di ringraziare gli Amici dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato per il contributo che hanno
concesso alla nostra iniziativa. Il rispetto delle regole e delle leggi è assolutamente nel DNA del nostro club”.
“Un ringraziamento va – prosegue Ameli – anche al forno Amatucci che ha offerto una merenda ai
partecipanti ma soprattutto al nostro Parroco Don Amedeo per aver messo a disposizione i locali per
l’esposizione dei lavori dei ragazzi. Grazie infine ai soci del Club, in primis i possessori, messisi a disposizione
dei ragazzi per il giro di piacere”. “Il ringraziamento più grande però va davvero al Centro Diurno di
Integrazione Sociale di Spinetoli e dell’Associazione Adulti Speciali 1880 di Ancarano perché ogni sorriso e
abbraccio dei bimbi che interverranno sarà per tutti un tesoro inestimabile” ha concluso Ameli.