“3 voci di dentro”, la mini serie sul Teatro prodotta a Jesi

La web serie “3 voci di dentro” è stata selezionata all’Apulia Web Fest 2022tra le serie web e tv.

La kermesse, che pone l’accento sulla produzione audiovisiva, cinematografica e i media digitali indipendenti a livello internazionale, si svolgerà a Lecce dal 2 al 4 settembre.

“3 voci di dentro” è una web serie in 5 puntate interamente girata al Teatro Pergolesi di Jesi, e in parte al Teatro Moriconi, nel dicembre 2020, nel periodo di forzata chiusura delle attività di pubblico spettacolo a causa della pandemia e del lockdown.

Produzione originale della Fondazione Pergolesi Spontini e di Subwaylab, è nata dal desiderio di raccontare il teatro, i suoi spazi nascosti, il fermento creativo, i lavoratori invisibili del palcoscenico e del “dietro le quinte”. Si tratta di una narrazione originale, divertente e surreale, con la musica che scandisce i ritmi del racconto, e che diventa colonna sonora di un hellzapoppin scoppiettante, sospeso tra video e palcoscenico.

 

Ne sono protagonisti l’attore romano Giovanni Scifoni, volto noto della tv e del teatro, artista dai mille talenti che sui social intrattiene i suoi fan con video irresistibili, e due cantanti lirici, il soprano Lucia Conte e il baritono Giacomo Medici. Con loro, anche, il maestro accompagnatore Carlo Morganti, e dietro le quinte (ma non solo dietro le quinte) sono le preziose maestranze tecniche del Teatro Pergolesi. Firma la sceneggiatura Stefano Valanzuolo, da un’idea di Cristian Carrara. La regia è di Andrea Antolini, Diego Morresi e Alessandro Tarabelli, fotografia di Diego Morresi, supervisione scenografica a cura di Benito Leonori, operatore e capo macchinista Leonardo Martellini.

La serie è disponibile gratuitamente su RaiPlay https://www.raiplay.it/programmi/3vocididentro.

La trama:

Teatro Pergolesi di Jesi, provincia di Ancona, tre figure si aggirano all’impazzata nell’edificio cercando l’uscita ma non ci riescono.  Due di loro, Lutaldo (Giacomo Medici) e Vernizia (Lucia Conte), sono personaggi inventati e catapultati dal palcoscenico nel mondo reale. L’altro, Pacconio (Giovanni Scifoni), che si fa chiamare “Il Maestro”, è in realtà un truffatore. Si sta nascondendo dai creditori e cercherà di raggirare i due artisti, facendoli addentrare sempre di più nei meandri del luogo.

La storia che nasce dall’incontro di questi tre personaggi diventa un pretesto per svelare al pubblico i luoghi più nascosti del Pergolesi ma anche riti e mestieri del teatro, quel microuniverso con leggi proprie.

In un clima surreale, dove i personaggi sono chiamati a interpretare sé stessi, si confondono l’inganno solenne dell’opera con l’ordinarietà del quotidiano, la cronaca con la favola, e ancora la lingua di tutti i giorni con quella aulica dei recitativi romantici e le testimonianze genuine dei lavoratori del teatro con le citazioni d’opera. La messa in scena suggerirà allo spettatore di trovarsi di fronte ad un sogno.

INFO: Fondazione Pergolesi Spontini

www.fondazionepergolesispontini.com

Ufficio stampa:

Simona Marini tel.  – ufficiostampa@fpsjesi.com

*******************************

Area Ufficio Stampa – Press Office Area

Fondazione Pergolesi Spontini
Teatro G.B. Pergolesi