FIOM CGIL SU FINCANTIERI: INCONTRO CON LA REGIONE SULLE PROSPETTIVE DELL’AZIENDA ANCONETANA, A PARTIRE DA ACCORDO PROGRAMMA E ASSUNZIONI DIRETTE

“ L’ incontro svoltosi ieri in Regione con l’assessore al lavoro Stefano Aguzzi è stato un
momento importante di confronto per fare il punto sulla situazione del cantiere anconetano e
sulle prospettive”, cosi’ dichiara Tiziano Beldomenico segretario regionale Fiom Marche.
Nell’incontro, al quale hanno partecipato anche i delegati sindacali di Fincantieri, la FIOM ha
esposto all’assessore tutte le preoccupazioni, più volte denunciate dal Sindacato sulle sempre
più frequenti esternalizzazioni a ditte subappaltatrici da parte di Fincantieri sulle quali sono
difficilmente verificabili fonti di sfruttamento.
Particolare attenzione è stata data al tema della salute e sicurezza che rischia di essere
seriamente compromesso e su questo l’ assessore Aguzzi ha mostrato un grande interesse.
La Fiom ha anche fatto presente che due anni fa è stato siglato un accordo di programma tra
il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e l’ Autorità di sistema portuale dell’Adriatico
centrale che garantirà 40 milioni di euro da destinare principalmente al raddoppio del bacino
Fincantieri , nel porto di Ancona.
Pertanto, il sindacato ha fatto presente all’assessore le prospettive per Fincantieri , alla luce
del citato accordo ed ha chiesto alla Regione di porre attenzione su questi temi.
Conclude Beldomenico:“Fincantieri è un’ azienda strategica per Ancona e per le Marche; è
necessario investire in formazione per non perdere importanti professionalità ed è
fondamentale che l’ azienda si impegni a dare lavoro stabile e sicuro, che non passi attraverso
la filiera dei subappalti dove si diffondono da anni situazioni di illegalità e sfruttamento”