Arriva la human sustainability Made in Marche

Quando si parla di sostenibilità degli ambienti professionali è d’obbligo usare il plurale.  Infatti, le politiche aziendali più all’avanguardia  annoverano, tra le voci che rendono davvero vivibile il luogo di lavoro un’autentica e poliedrica  cura dell’ essere umano e delle sue esigenze. Del resto, anche la vita trascorsa ad esercitare una professione deve risultare  piena, degna.  “Promote Respect” è uno dei perni dell’ethical code  della green company marchigiana Dami che comprende una concreta parità di genere, un attento welfare aziendale e innovativi percorsi di crescita umana per i collaboratori.  Questi ultimi, si configurano come vere e proprie esperienze.  Nei giorni scorsi, in una location d’eccezione immersa nel  dolce paesaggio collinare delle campagne fermane,  è  andata in scena  “Noi”, una delle prime iniziative  formative rivolte ai dipendenti ed ispirate alla human sostenibility  nel nostro territorio e mirante a costruire una cultura organizzativa fondata sulle persone, sul loro punto di vista, sulla reciprocità del rispetto che nutrono gli uni per gli altri e sul clima aziendale  come fattore cardine  per lo sviluppo dell’impresa.  Nel corso dell’evento in outdoor donne e uomini che animano l’ampia comunità  in grado di rappresentare  l’anima della smart company di Sant’Elpidio a Mare,  hanno appreso d’essere tutti indispensabili al raggiungimento di obiettivi comuni grazie a divertenti ed acuti role-playing games. Momenti di esilarante coesione hanno visto collaboratori   alla ricerca dell loro personale equilibrio o bendati e posti, dalla momentanea mancanza di un senso,  nella condizione di dover rafforzare la loro fiducia reciproca o impegnati a dover “recitare” il ruolo dei propri colleghi  con l’effetto di veder corroborati l’affiatamento e la comprensione delle ragioni altrui. Risate all’aria aperta, riflessioni, vita. Un modo di stare insieme e di sentirsi “noi”.