FLC CGIL, UIL SCUOLA e SNALS Confsals sulle manifestazioni del personale della scuola che si sono tenute oggi in regione

Oggi 23.11.2021, nelle Marche, come in tutte le regioni italiane, il personale della scuola ha manifestato per la rivendicazione della vertenza sindacale in atto .
La manifestazione è avvenuta attraverso due assemblee sindacali unitarie che hanno visto protagoniste la FLC CGIL, UIL SCUOLA e SNALS Confsals.
I segretari regionali Antonio Renga, Antonio Spaziano e Paola Martano  hanno condiviso con gli oltre 1000 lavoratori della scuola presenti alle assemblee le loro rivendicazioni
Le OO.SS. chiedono
• Il Rinnovo del Contratto Collettivo 2019/2021 e la previsione nella legge di Bilancio di risorse che siano sufficienti alla giusta valorizzazione del personale e ad un incremento retribuito che porti all’allineamento degli stipendi italiani a quelli degli altri paesi della comunità europea.
• Eliminazione del precariato, partendo dalla stabilizzazione dei precari con almeno 36 mesi di servizio;
• L’ incremento organico ATA, partendo dalla proroga urgente dell’organico COVID;
• La riduzione del numero degli alunni per classe e eliminazione delle classi pollaio;
• Abolizione dei vincoli sulla Mobilità;
• Sburocratizzazione del lavoro e semplificazione.

Sono temi storici della scuola e che oggi devono essere attenzionati con assoluta urgenza. La mancata previsione nella legge di Bilancio degli stanziamenti perla scuola, lascia molto perplessi e rappresenta per l’ennesima volta la volontà di non mettere al centro la scuola !