Al Pala Cupola di Pomezia la Energia 4.0 non passa

Non è sufficiente una buona partita alla Energia 4.0 – De Mitri per espugnare il Pala Cupola di Pomezia. Le padrone di casa dello United Pomezia vincono 3-0 (18, 19, 23) ma solo nel primo set il predominio dell’esperta formazione laziale si è rivelato tale. Il ritorno di Gulino nella cabina di regia rossoblù, infatti, già a partire dal secondo set ha sortito l’effetto desiderato e la formazione di coach Capriotti ha iniziato a macinare gioco e, seppur con risultati quasi identici, i primi due parziali sono stati completamente diversi per quanto riguarda la dinamica. Nel terzo set, invece, la battaglia è stata condotta ad armi pari e solo per un paio di errori commessi nei momenti topici della gara non è stato possibile per Di Marino e compagne portare la gara ai set successivi. «Abbiamo giocato una buona partita – è stato il commento di Capriotti – contro una squadra importante e al termine di una settimana per noi molto impegnativa. Abbiamo saputo reagire contro una squadra completa in ogni reparto, fisicamente ben strutturata e che gioca in un impianto molto particolare. Peccato per aver gestito male due contrattacchi nel terzo set, perché probabilmente lo avremmo potuto vincere. Il rientro di Gulino è stato buono, visto che conosceva la squadra e la riprova arriva dal fatto che Di Marino ha giocato la sua migliore partita in attacco di questo campionato». Questa la formazione della Energia 4.0 – De Mitri scesa in campo a Pomezia. Ragni (L2), Gennari, Di Clemente (L1), Casarin, Gulino, De Angelis, Benazzi, Morciano, Di Marino, Beretti, Valentini. N.e.: Maracchione, Ceravolo. All.: Capriotti-Ruggieri. Sabato prossimo alle ore 19.30 la Energia 4.0 – De Mitri riceverà la visita del VolleyRò Casal de’ Pazzi.