Il punto insieme a Francesco Pison, palleggiatore e preparatore atletico della Videx, a
margine della vittoriosa trasferta di Foligno.

Meno due settimane all’esordio casalingo contro Garlasco, per Vecchi e compagni prosegue
incessante il lavoro in palestra in vista dell’appuntamento più importante di questa prima parte di
stagione.
Prima il test interno con Ortona (A2) poi il torneo triangolare in terra umbra al cospetto della
Intervolley Foligno (B) e di una pari-categoria come Tuscania, rispettivamente mercoledì e sabato
della settimana appena trascorsa, hanno permesso alla banda di coach Ortenzi di affinare
ulteriormente i meccanismi di gioco e mettere a frutto i progressi fisici e tecnici di un programma di
lavoro studiato nei minimi dettagli: “ La condizione fisica del gruppo sta crescendo – ha dichiarato
Francesco Pison, palleggiatore e preparatore atletico di Grottazzolina – Il lavoro di quest’anno è
stato strutturato per la maggior parte sulla forza, di pari passo con gli esercizi necessari a ridurre
al minimo gli infortuni degli atleti, con l’obiettivo di raggiungere uno status ottimale per l’inizio
del campionato.”
Gli stimoli funzionano e la squadra sta rispondendo al meglio, anche grazie ad una base affatto
scontata: “L’aspetto più positivo in assoluto è l’alchimia che si è instaurata all’interno della
squadra. – ha proseguito Pison – Nonostante si tratti di un gruppo piuttosto rinnovato possiamo già
contare su solide basi tecniche ed umane che lasciano ben sperare per il futuro. E’ ovvio che
servirà un po’ più di tempo per far girare la squadra con i giusti meccanismi perché parliamo
comunque di un gruppo giovane, allo stesso tempo intravedo grandi potenzialità e sono certo che
potremo arrivare ad esprimere un alto livello di gioco.”
Il cammino prosegue spedito, la direzione è quella giusta, con pazienza e sudore verso il primo
obiettivo stagionale.