IL GRANDE CINEMA È DI CASA A MONTE URANO

Quattro registi. Quattro cortometraggi realizzati prima del “salto in lungo”. Quattro storie per
riflettere. Sabato 11 settembre, a Monte Urano torna “Prima del debutto”, la rassegna di “corti”
organizzata dal Comune e dalle associazioni Urban Play e Common Bubble e curata dal regista
monturanese Gianluca Santoni. Giunto alla seconda edizione, il minifestival si terrà in piazza
Marconi dalle 21.30 (ingresso libero, prenotazione e Green pass obbligatori).
“La santa che dorme” di Laura Samani, “Il legionario” di Hleb Papou, “Ritratto di bambino” di
Gianluca Jodice e “Solchi” di Giordano Viozzi i cortometraggi che saranno proiettati alla presenza
dei quattro registi, che ne discuteranno con il pubblico. Dopo aver presentato la sua opera prima,
“Piccolo corpo”, a Cannes 2021, la triestina Laura Samani sarà a Monte Urano con il corto
realizzato prima del suo primo lungometraggio. “Il legionario” è il titolo del corto di Hleb Papou da
cui nasce l'omonimo film d’esordio del regista bielorusso naturalizzato italiano. Reduce dalla
vittoria del “Pardo d’oro”, il premio al miglior regista esordiente al Festival di Locarno, nella
sezione “Cineasti del presente”, Papou sarà accompagnato dall'autore e compagno di viaggio
Emanuele Mochi. Una storia intensa nella sua semplicità: questo è “Ritratto di bambino” di
Gianluca Jodice, il regista napoletano che l’anno scorso ha diretto “Il cattivo poeta”, film in cui un
Gabriele D'Annunzio raccontato con uno sguardo inedito e originale è interpretato da Sergio
Castellitto. Gioca in casa il serviglianese Giordano Viozzi che presenterà il “Solchi” e parlerà del
suo documentario “L’ultima partita di Pasolini”, in cui si intreccia la storia della provincia italiana a
quella del grande intellettuale e artista.
«Come Amministrazione comunale – il commento della sindaca Moira Canigola –, teniamo molto a
portare avanti e a far crescere questa rassegna e a dare attenzione a questo genere cinematografico
particolare, spesso considerato “inferiore”, ma che invece si rivela ogni volta molto apprezzato dal
pubblico. È, inoltre, un momento importante proprio perché, oltre alla sinergia con le associazioni
Urban Play e Common Bubble, possiamo vantare la collaborazione con il giovane e già
multipremiato regista monturanese Gianluca Santoni e, quindi, sottolineare ancora una volta la
bravura dei nostri ragazzi che fanno conoscere la nostra comunità nel mondo della cultura nazionale
e non solo».