Piazza Federico II a Jesi STEFANO BOLLANI inaugura a Jesi il XXI PERGOLESI SPONTINI FESTIVAL

Domenica 22 agosto alle ore 21 in Piazza Federico II Jesi sarà Stefano Bollani ad inaugurare il XXI PERGOLESI SPONTINI FESTIVAL, manifestazione internazionale intitolata ai due grandi compositori che fino 2 ottobre propone a Jesi e a Maiolati Spontini un cartellone multilinguistico e multisciplinare.

Musicista eclettico e geniale, compositore, pianista jazz e classico, Bollani sarà in concerto insieme a Bernardo Guerra alla batteria e Gabriele Evangelista al contrabbasso. Dopo il grande successo di “Via Dei Matti Numero 0” su Rai3 insieme con la moglie Valentina Cenni, e dopo aver realizzato la colonna sonora del film che Rai1 ha dedicato a Renato Carosone, l’artista torna a dedicarsi ai suoi acclamatissimi live. Ad accompagnarlo, con l’immancabile pianoforte, anche due grandi musicisti che lo hanno seguito nel programma tv, ma anche in alcuni dei suoi più prestigiosi concerti come “Concerto Verde” e “Napoli Trip”. Insieme daranno vita a un concerto unico dove l’unica regola è divertirsi a improvvisare per vedere fin dove si può arrivare lasciandosi guidare dalle note perché alchimia, gioia e condivisione sono alla base del loro incontro artistico unico. Un viaggio che abbraccia la musica tutta, che non conosce generi e sovrastrutture, in cui i tre strumenti si uniscono per creare ogni sera un mondo musicale nuovo e straordinario.

Tra classico e jazz, sarà anche l’incontro tra due grandi ospiti del Festival, il trombettista sardo Paolo Fresu e il bandoneonista marchigiano Daniele Di Bonaventura, lunedì 23 agosto ore 21 ancora in Piazza Federico II, in un dialogo in musica nel segno degli strumenti ad aria e di un lirismo dagli aromi mediterranei. Un incontro, quello fra i due artisti, ormai ben rodato attraverso tanti concerti, compreso quello in versione speciale dedicato a Corto Maltese, e che darà vita ad un nuovo concerto di grande effetto, tra poesia, intimismo e colori dell’universo musicale contemporaneo.

I due concerti inaugurali del Festival sono sold out. Nella Piazza Federico II che li accoglierà, sono stati sistemati il palco, e la tribuna e il parterre con 350 posti distanziati nel pieno rispetto delle normative anticovid (in condizioni normali sarebbero oltre 1000 posti). Con apposita ordinanza del Comune di Jesi la Piazza sarà totalmente chiusa al traffico nei giorni di spettacolo (22, 23, 27, 28 e 29 agosto) dalle ore 19.30 alle ore 23. I residenti in Piazza Federico II, Vicolo della Pace, Via Posterma e Vicolo Santoni, in questa fascia oraria, potranno raggiungere le proprie abitazioni solo a piedi.

I varchi di accesso per transitare a piedi in Piazza Federico II saranno presidiati da personale addetto al controllo accessi. Negli orari di apertura previsti, l’accesso al Museo Federico II e al Museo Diocesano sarà sempre garantito ai visitatori e agli addetti.

Solo coloro che sono muniti di regolare biglietto e di green pass avranno accesso agli spettacoli occupando i posti seduti loro assegnati. Non sono previsti posti in piedi.

Nei giorni di spettacolo, dalle ore 20, la biglietteria sarà allestita all’ingresso della Salara (Biblioteca Planettiana – Via Pergolesi)

Dopo i due eventi inaugurali, il XXI PERGOLESI SPONTINI FESTIVAL proporrà numerosi concerti dal barocco al classico, dal jazz fino ai confini del pop, eventi per famiglie e bambini ma anche letteratura, food & wine, danza, musical, cinema, mostre d’arte, Social opera. In cartellone, anche prime assolute di musiche di compositori contemporanei e la prima esecuzione in epoca moderna di pagine inedite da Gaspare Spontini, in vista delle celebrazioni del 2024 per i 250 anni della nascita del grande compositore di Maiolati.

Al centro della nuova edizione è il tema “Tutti per Uno”, riflessione sul tema della condivisione, della solidarietà, dell’abbraccio, della vicinanza, della ricostruzione della comunità sotto il segno dell’arte e della cultura. Un tema che sarà al centro anche dei numerosi eventi collaterali al Festival, tra cui la mostra itinerante “Free hugs. L’abbraccio a fumetti” dal 3 settembre al 10 ottobre presso Palazzo Bisaccioni di Jesi, nato dalla collaborazione tra Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, Acca – Accademia di comics, creatività e arti visive di Jesi, PAFF! Palazzo Arti Fumetto Friuli di Pordenone, Le Giornate degli Autori e Isola Edipo.

Domenica 29 agosto ore 21 Piazza Federico II Jesi, in prima esecuzione assoluta, è “Sandtrack”, una performance che unisce l’animazione con disegni di sabbia di un sand artist, Fabio Babich, con l’esecuzione di brani da celebri colonne sonore M. Giacchino, R. Sakamoto, E. Morricone, A. Piazzolla, J. Williams, dirette da Marco Attura sul podio del Time Machine Ensemble.

Sabato 4 settembre ore 21, al Teatro Pergolesi, appuntamento con la prima esecuzione assoluta e nuova commissione del Festival dal titolo “700. Musica e parole per Dante”, un omaggio ai 700 anni della morte di Dante Alighieri, con l’attore Giorgio Colangeli su canti del Sommo Poeta, affiancato da Francesca Dego, giovane violinista tra le più ricercate sulla scena internazionale, che eseguirà musiche di J.S. Bach, N. Paganini, M. Ravel, C. Boccadoro, J. Montgomery.

Domenica 5 settembre ore 10 e ore 16 nel centro storico di Jesi, e domenica 26 settembre ore 10 e ore 16 nel centro di Maiolati Spontini tra i luoghi che furono cari a Gaspare Spontini, torna un evento di successo del Festival, dedicato ai bambini, che grazie ad una “caccia al tesoro musicale”, tra musica live e indizi tutti da scoprire, si metteranno sulle tracce del compositore maiolatese per scoprirne, giocando, la sua figura e l’opera. Vi collaborano TreePark, Scuola Musicale Pergolesi e Istituto Comprensivo “C. Urbani” di Moie.

Venerdì 10 settembre e venerdì 24 settembre ore 20 nella Sala del Lampadario del Circolo Cittadino di Jesi, tutti da scoprire e da gustare sono le mini opere dedicate al cibo e al vino in collaborazione con Fondazione Teatro Coccia di Novara: “La zuppa di Sasso” con musica di Federico Biscione e libretto di Stefano Simone Pintor, e “Boccaccio delivery. La vendetta di Cisti fornaio” su musica e libretto di Alberto Cara, suona l’Ensemble del Teatro Coccia di Novara diretto da Carlo Emilio Tortarolo, regia Renato Bonajuto.

Sabato 11 settembre ore 17 (Teatro Pergolesi), un evento per famiglie e piccoli spettatori, per divertirsi insieme alla PlayToy Orchestra, l’unica orchestra al mondo che suona strumenti giocattolo. L’ensemble si cimenta nelle pagine del grande repertorio classico e pop, per uno spettacolo divertente e coinvolgente, in cui il pubblico è chiamato a interagire.

In serata, ore 17 al Teatro Spontini di Maiolati Spontini, nell’evento “Spontini Discovery” va in scena la prima esecuzione in epoca moderna di alcune pagine inedite tratte dal melodramma buffo “Il quadro parlante” composto dal giovane Gaspare Spontini nel 1800 (revisione critica di Federico Agostinelli per le edizioni Fondazione Pergolesi Spontini), affiancate da letture “contemporanee” delle stesse arie commissionate al compositore Federico Gon, un modo innovativo di associare riscoperte dal grande valore musicologo con la promozione della musica d’oggi. La direzione è di Marco Attura sul podio del Time Machine Ensemble, soprano Tiberia Monica Naghi e basso Federico Benetti. La serata inaugura il cammino di memoria, valorizzazione, scoperta e identità in vista delle celebrazioni del 2024 per i 250 anni della nascita di Gaspare Spontini, e si avvale del contributo del Centro Studi per la Musica Fiamminga di Anversa.

Domenica 12 settembre ore 21 al Teatro Pergolesi arriva Simone Cristicchi con “Abbi cura di me tour 2021”: il cantautore romano, con il trio acustico formato da Riccardo Ciaramellari alle tastiere, Riccardo Corso al chitarra e Giuseppe Tortora al violoncello, sarà vita ad un concerto esclusivo, alchimia di parole, immagini, canzoni e racconti.

Venerdì 17 settembre ore 21, Teatro Pergolesi, E.sperimenti Dance Company con le coreografie di Federica Galimberti porta in scena “50min/50mq”, spettacolo di danza nato nei giorni della pandemia che racconta la dimensione dei 50 mq di un palco, ma anche dei monolocali dove tanti di noi hanno trascorso settimane di quarantena.

Ancora al Teatro Pergolesi, sabato 18 settembre ore 21, arriva l’Orchestra barocca dell’Accademia di Sant’Uberto e l’Equipaggio della Regia Venaria – Suonatori di corno da caccia con la direzione di Alberto Conrado, un concerto nel quadro del riconoscimento Unesco dell’arte musicale dei Suonatori di Corno da Caccia, Patrimonio Immateriale dell’Umanità. Il concerto è in collaborazione con il Club delle Ballette, associazione tra le città di Jesi, Urbino e Mantova.

Domenica 19 settembre ore 21, stesso luogo, il violinista Alessandro Ciccolini con Francesco Baroni al clavicembalo propongono un programma concertistico dedicato ai violinisti itineranti nell’Europa dell’epoca barocca. Musiche di Jean Baptiste Senaillé, Michele Mascitti, Giuseppe Valentini, Andrea Zani da Casalmaggiore e Francesco Maria Veracini, violinisti virtuosi che ammaliarono e conquistarono artisticamente le corti Europee del XVIII secolo.

Mercoledì 22 settembre ore 17, in occasione delle festività del patrono della città, San Settimio, va in scena “Dante in musica” con le musiche di Marco Frisina e la regia Andrea Ortis, coreografie di Massimiliano Volpini, testi di Gianmarco Pagano e Andrea Ortis. Tratto dall’opera “La Divina Commedia Opera Musical”, è uno spettacolo creato in occasione dei 700 anni della morte del poeta.

Giovedì 23 settembre ore 21 appuntamento con il Piano Trio Larisa, il Piano Trio Chekov e lo String Quartet Viride, tre giovani compagini di talenti internazionali in un omaggio a Beethoven, in collaborazione con Residart Festival.

 

Pietro de Maria, tra i più acclamati pianisti a livello internazionale, sarà ospite al Teatro Pergolesi sabato 25 settembre ore 21, su musiche di Beethoven, Ligeti, Chopin, Tchaikovsky/Pletnev.

Domenica 26 settembre ore 21, stesso luogo, la musica di Fabrizio de Rossi Re, la voce e testi di Sonia Bergamasco, con lo stesso De Rossi Re al piano e Fabio Battistelli al clarinetto, sono protagonisti de “Il quaderno di Sonia. Appunti lunari e canzoni terrestri”.

Chiudono il Festival, “Se telefonando. Social Opera”, ovvero il format tra teatro e musica che porta in scena l’integrazione e la condivisione, con la regia di Simone Guerro, assistente alla regia arianna Baldini, danza movimento terapia di Sara Lippi, e in scena la compagnia “Operah” (venerdì 1 ottobre ore 21, Teatro Pergolesi), e il concerto con musiche di Giovanni Battista Pergolesi con Orchestra della Scuola Musicale G.B. Pergolesi diretta da Stefano Campolucci, voci del soprano Giacinta Nicotra e del mezzosoprano Rachele Raggiotti (sabato 2 ottobre ore 21).

Il Festival è curato dalla Fondazione Pergolesi Spontini, con la direzione artistica di Cristian Carrara e la direzione generale di Lucia Chiatti, con il sostegno di Ministero della Cultura – Regione Marche, Soci Fondatori Comune di Jesi – Comune di Maiolati Spontini, Partecipante Aderente Comune di Monsano, Partecipante Sostenitore Camera di Commercio delle Marche, Educational partner Trevalli Cooperlat. Sponsor Bper Banca per il Festival Pergolesi Spontini. Si ringraziano Emme Tre srl e tutti i MECENATI 2021 per il contributo erogato tramite Art Bonus.

Info e Prenotazioni:

https://festival.fondazionepergolesispontini.com/

tel. 0731 206888 – biglietteria@fpsjesi.com

acquisto on line: www.vivaticket.com