Riccardo Vecchi è il primo tassello della nuova Videx

La conferma del capitano alza il sipario sul roster 2021/22.
Tante certezze e nessun dubbio per un atleta che incarna, in tutto e per tutto, lo spirito e lo stile
targati M&G Scuola Pallavolo. Un esempio lampante della bontà del progetto montegiorgrottese,
capace di crescere in casa i propri talenti e farne una bandiera. E’ questo, in sintesi, il percorso di
Riccardo Vecchi a Grottazzolina. Talento precoce che ha bruciato le tappe a suon di prestazioni e
scalato prepotentemente le gerarchie di squadra fino a guadagnarsi, nella stagione appena conclusa,
la fascia di capitano a soli 24 anni: “Ci tengo a ringraziare Massimiliano (Ortenzi ndr) e la società
tutta per avermi concesso questa opportunità – ha dichiarato Vecchi – Poter vivere ancora un’altra
stagione in maglia Videx e farlo, per la seconda volta, da capitano è un onore. Conosco bene le
responsabilità che ne derivano ma queste rappresentano uno stimolo ulteriore a dare tutto me
stesso, dall’inizio alla fine, senza mai cambiare il mio modo di essere e di stare in campo.
Personalità e maturità sopra le righe, abbinate a doti tecniche e fisiche fuori dall’ordinario, che
hanno spinto società e staff ad affidargli ancora una volta il ruolo di trascinatore per un’altra
stagione ricca di aspettative: “Grottazzolina merita di tornare nel panorama pallavolistico che le
compete – ha aggiunto il capitano – E’ con questo obiettivo che cercherò di lavorare per migliorare
ogni giorno dal punto di vista tecnico e mentale. Sono consapevole delle mie potenzialità perciò
dovrò dare il massimo contributo possibile alla causa, cercando allo stesso tempo di essere un
punto di riferimento per i giovani che entreranno a far parte della squadra.”
Si riparte da qui per alzare l’asticella e puntare ancora più in alto: “Nell’annata appena conclusa
abbiamo compiuto un percorso tutto sommato soddisfacente, in particolare dal punto di vista della
crescita di squadra – ha proseguito lo schiacciatore grottese -. Tuttavia, per la stagione che verrà,
credo che avremo bisogno di maggiore determinazione nei momenti chiave e maggior
consapevolezza della nostra forza. Dovremo tornare a lavorare sodo in palestra con questi
presupposti per poterci togliere delle belle soddisfazioni, auspicando di poter rivedere finalmente i
nostri tifosi sugli spalti e tornare a sentire tutto il loro calore.”