UN PULMINO PER IL CENTRO PAPA GIOVANNI XXIII: IL DONO DI ANCOS CONFARTIGIANATO

Pierpaoli; In questi tempi complessi la solidarietà è la forza che tiene unita la nostra Comunità

La solidarietà che si può toccare con mano, attraverso gesti concreti di vicinanza agli altri: è l’obiettivo
quotidiano di ANCoS, Associazione nazionale Comunità Sociali e Sportive del sistema Confartigianato
Persone, che ha donato al Centro Papa Giovanni XXIII un pulmino per il trasporto persone con mobilità
ridotta. Unìiniziativa realizzata con i fondi ottenuti da ANCoS grazie al 5xmille di tanti generosi
donatori, che hanno creduto nei progetti di Confartigianato sul fronte della solidarietà. La donazione è
dedicata a Marta Burattini e Maurizio Baldini, storici dirigenti e figure di riferimento di Anap
Confartigianato recentemente scomparsi e molto attivi nell’ambito del volontariato e in quello sociale.
“Grazie al 5xmille, ANCoS fa sì che i fondi donati dal territorio ritornino al territorio, sotto forma di servizi
di pubblica utilità e di sostegno alla comunità, come da sempre nella filosofia della nostra Associazione”, ha
spiegato il Presidente ANCoS Ancona – Pesaro e Urbino, Franco Settimini”.
“La missione di Confartigianato Persone, composta da ANCoS, Anap (Associazione Nazionale Pensionati),
Caaf e Patronato Inapa, e che rappresenta oltre 18mila soggetti tra i territori di Ancona e Pesaro e Urbino, è
quella di essere attenta alle molteplici necessità delle persone – ha confermato il Segretario
Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino, Marco Pierpaoli – a cui la nostra attività cerca di dare
una risposta. Confartigianato Persone si è fatta portavoce delle esigenze di tutti in questo tempo difficile,
cercando di rimanere sempre accanto a chi ne ha bisogno, in modo particolare durante tutto l’arco del
2020 e in questi primi mesi del 2021. Ora più che mai è tempo di una solidarietà più forte, che ci consenta
di essere sempre più comunità”.
“Sono 4mila gli associati ANCoS nelle due province a cui quotidianamente ci rivolgiamo con tutte le nostre
iniziative per offrire sostegno e vicinanza”, ha proseguito Giordano Giampaoletti, Responsabile ANCoS
Ancona – Pesaro e Urbino. “Penso ai vari webinar ed eventi online che abbiamo organizzato nell’ultimo
anno, uno dei quali recentemente focalizzato sugli aggiornamenti relativi alla Riforma del Terzo Settore,
che riguarda da vicino proprio gli associati ANCoS. Con questo pulmino donato al Centro papa Giovanni
XXIII proseguiamo l’importante lavoro che Confartigianato Persone svolge con ANCoS da sempre sul
territorio, per l’assistenza rivolta alle persone in difficoltà”.
Intensa anche l’attività di Anap per gli oltre 14mila anziani e pensionati associati delle due province. “Da
sempre operiamo per realizzare iniziative che coinvolgano i nostri associati e facciano sentire loro la nostra
vicinanza – ha raccontato il Presidente Anap Ancona – Pesaro e Urbino, Claudio Maria Latini – anziani e
pensionati appartengono alle categorie più colpite dalla pandemia, anche a causa dell’isolamento forzato a
cui sono state costretti. Proprio per questo abbiamo organizzato molti eventi online in quest’ultimo anno e
mezzo su molteplici temi di interesse, dalla salute fino alla sicurezza contro le truffe online”.
“Ringraziamo di cuore la Confartigianato per questo gesto meraviglioso – ha affermato la Vicepresidente
del Centro Papa Giovanni XXIII, Giorgia Sordoni – e speriamo che anche in futuro potremo portare avanti
delle collaborazioni che mirino sempre al miglioramento della qualità di vita delle persone che frequentano
il Centro o che lo vivono”. Non è un caso che ANCoS abbia deciso di sostenere il Centro Papa Giovanni XXIII.
Si tratta di una realtà associativa storica per la comunità di Ancona. Nata nel 1997 con l’obiettivo di
creare spazi di aggregazione e animazione per alcuni ragazzi con disabilità del quartiere, rispondendo
alle reali esigenze della cittadinanza. Da oltre 20 anni è attiva nella promozione e sviluppo delle abilità dei
propri ospiti, confermandosi una delle più importanti realtà assistenziali del capoluogo.