CONFARTIGIANATO: DEHORS E BUROCRAZIA: BENE LA SINERGIA CON OSIMO, LORETO E CASTELFIDARDO

L’Associazione plaude anche l’iniziativa delle Borse di Studio per studenti di famiglie in difficoltà

lanciata da Pugnaloni

 

Più dehors, meno burocrazia: Confartigianato plaude l’operato dei Comuni di Osimo, Loreto e
Castelfidardo per l’accoglimento delle richieste relative agli spazi all’aperto arrivate dalle imprese
del comparto somministrazione. Le tre Amministrazioni, sollecitate da Confartigianato Osimo, si
sono anche dette disponibili a valutare ulteriori interventi per aiutare il più possibile le attività del
settore. Dai tre Comuni disponibilità anche sul fronte dello snellimento della burocrazia per le
domande relative ai dehors, come più volte richiesto dall’Associazione.

Siamo molto soddisfatti per i risultati del dialogo proficuo con le tre Amministrazioni – ha
sottolineato Giorgio Edelweiss, Responsabile Confartigianato Osimo – abbiamo potuto
constatare, a seguito dei colloqui avuti con i tre Comuni, la disponibilità ad andare incontro alle
esigenze delle attività produttive, in sofferenza da mesi, dopo i lunghi e durissimi periodi di
chiusure cui sono state costrette, con le conseguenti ingenti perdite di fatturato. Ringraziamo
ancora una volta per la collaborazione, dunque, il Sindaco di Castelfidardo, Roberto Ascani e
l’Assessore alle Attività economiche Romina Calvani, il Sindaco di Osimo Simone Pugnaloni e
l’Assessore al Commercio Michela Glorio, insieme con Moreno Pieroni, Sindaco di Loreto, e
Francesca Carli, Assessore al Commercio del Comune Lauretano. L’auspicio è quello di continuare
in maniera proficua a dialogare e collaborare.

Confartigianato esprime soddisfazione anche per la pubblicazione da parte dell’Amministrazione di
Osimo di un bando per borse di studio destinate agli studenti figli di famiglie con redditi ISEE fino a
10mila euro: Un modo per venire incontro alle esigenze di tante famiglie oggi in difficoltà – ha
concluso Edelweiss – che hanno avuto problemi a causa delle conseguenze della pandemia, colpite
anche dal dramma della perdita di occupazione.