IL TURISMO DELLA VALLESINA PRONTO A PEDALARE GRAZIE A “NOI MARCHE BIKE LIFE”

Confartigianato sposa il progetto sulla “scia” della Via Maestra. Parola d'ordine:

“sinergia”
Il mondo del turismo non si ferma, nonostante la pandemia, anzi progetta la ripartenza e ‘pedala’
verso nuove destinazioni, come quelle del territorio della Vallesina. Confartigianato apprezza il
sostegno del Comune di Jesi all’iniziativa di promozione turistica “Noi Marche Bike Life”, che
prevede l’inserimento nel progetto di percorsi ciclabili e strutture recettive ed enogastronomiche
del territorio in grado di valorizzare le eccellenze della Vallesina attraverso il cosiddetto turismo
lento.
Attraverso l’adesione gratuita al progetto, è possibile inserire la propria attività d’impresa, previo
adeguamento Bike Friendly, e partecipare quindi in maniera inclusiva all’offerta turistica
coordinata dall'iniziativa.
“Confartigianato aderisce al progetto perché si pone da sempre come obiettivo quello della
valorizzazione delle nostre ricchezze territoriali per farle conoscere a turisti e cittadini – spiega
Marco Arlia, Responsabile Confartigianato Vallesina – attraverso iniziative simili a ‘Noi Marche
Bike Life’, come i progetti de La Via Maestra, per la promozione dell’artigianato artistico locale, e
Food&Drink, manifestazione nata per valorizzare le imprese del comparto somministrazione, di
grande successo nel territorio di Jesi. Abbiamo molte eccellenze che devono essere ancora
scoperte e valorizzate, ed è responsabilità di Confartigianato farle emergere e conoscere, in
sintonia con tutti i protagonisti del territorio a livello economico e istituzionale”.
“Come artigiani dell’enogastronomia, crediamo fortemente che il saper fare marchigiano vada
sempre più promosso nei mercati nazionali e internazionali – ha sottolineato Cristina Brunori,
dirigente Confartigianato e titolare dell’omonima azienda vitivinicola – basta prendere esempio
dal successo del Verdicchio, vino pluripremiato che sta facendo conoscere la nostra regione in
tutto il mondo: si deve ripartire da quel tipo di promozione per rendere il nostro territorio
protagonista nel mondo”.
“E' proprio la sinergia la parola chiave per il successo nel settore del turismo e non solo – ha
concluso Arlia – è necessario pensare a strategie di promozione del nostro territorio in
concertazione con tutti gli attori interessati, a partire dalle amministrazioni locali, senza
dimenticare l'importanza dei contributi locali ed europei per poter investire nella “Verdicchio
Valley” a favore e beneficio di tutti”.