Gara 2 è di nuovo “Ultima chiamata”

A Brugherio la Videx ha bisogno di un’altra impresa per pareggiare i conti.
Domenica sera scatta l’ora X. Alle 18 Vecchi e compagni tornano in scena, stavolta sul parquet del
Paolo VI di Brugherio, per la rivincita sulla Gamma Chimica dopo il 2-3 dell’andata. Esattamente
come due settimane fa serve un solo ed unico risultato per tenere aperta la sfida e posticipare
l’epilogo dei quarti di finale a Gara 3. Un confronto decisivo al cospetto di una formazione quadrata
e cinica. In questo senso il match dell’andata ha parlato chiaro, rivelando un avversario sempre sul
pezzo, che con freddezza e carattere ha saputo portare a casa il successo al termine di due ore di
battaglia vera.
Un percorso di avvicinamento che, per ovvie ragione, va inquadrato in maniera molto diversa
rispetto al post Gara 1 contro Palmi. Allora la Videx aveva subìto una brutta sconfitta dopo una
prestazione non all’altezza. Il match di domenica scorsa, invece, ha visto la squadra esprimersi sui
livelli consueti e cedere la vittoria solo a seguito di qualche lieve imprecisione che ha fatto il paio
con la prestazione monstre di Breuning. Insomma, questione di dettagli, i quali però si rivelano
tanto più determinanti quanto più le formazioni in campo si equivalgono. Da qui la necessità di
presentarsi nella tana del nemico per giocare la partita perfetta: “Abbiamo lavorato in settimana per
essere pronti il più possibile, in particolare su ciò che ci è mancato in Gara 1 – ha commentato
l’assistant coach Mattia Minnoni -. Quella del PalaGrotta è stata una gran bella partita, tirata, di
grande intensità e giocata punto a punto. L’obiettivo è quello di ripeterla anche domenica,
augurandoci un risultato diverso rispetto a quello di una settimana fa. Andremo lì a giocarci il tutto
per tutto.”
Ad oggi il tabellone offre uno score nettamente a favore delle realtà provenienti dal girone bianco.
Motta di Livenza, Porto Viro e Macerata si giocano il “match-ball” dopo i successi in Gara 1
rispettivamente su Pineto, Tuscania e Lecce in un “en plein” che rischia seriamente di escludere
tutte le formazioni del girone blu dal quadro delle semifinali. Alla Videx, in primis, l’onere e
l’onore di provare a scongiurare tale scenario.