Parcheggi a pagamento, via al nuovo contratto

000parcheggipsg00Porto San Giorgio: Venerdì 15 gennaio è stato firmato il verbale di consegna del servizio di

gestione in concessione delle aree di sosta e dei parcheggi pubblici a pagamento

senza custodia nel territorio del Comune di Porto San Giorgio. Diventano

operative già da questo weekend una serie di novità previste

dall’Amministrazione comunale.

Sosta libera

Da blu a bianchi: torna libera la sosta in piazza Gaslini e nello scalo ferroviario

di via Crispi per un totale di 167 parcheggi. “Nella zona centro recupereremo il

33% degli ex spazi blu – spiega l’assessore alla Viabilità Valerio Vesprini – in

precedenza erano 536. E’ prevista la riduzione temporale della durata dei

parcheggi a pagamento in piazza Mentana ed in quello di via degli Oleandri:

avranno un costo solo da giugno ad agosto, in linea con l’attuale sosta sul

lungomare Gramsci. Si ribadisce che nella zona centro, la sosta è a pagamento

in tutti i giorni festivi e le tariffe rimangono invariate. Ciò comporta un

indubbio vantaggio per i cittadini e per coloro che raggiungono la nostra città,

in decisa controtendenza rispetto agli altri centri in cui si paga fino alle 24 con

tariffe generalmente più elevate. Abbiamo deciso di confermare la esenzione

del pagamento per i veicoli al servizio delle persone invalide. Non solo: chi ha

l’auto elettrica non paga in tutta la città”.

La gestione del servizio, a seguito dello specifico bando ad evidenza pubblica,

è stata affidata alla società Ica. Rispetto al precedente contratto, l’aggio è

passato dal 39 al 33,8%. La ditta assicurerà un aumento dell’attività di vigilanza

per il rispetto dell’obbligo del pagamento, l’apertura di uno specifico sportello

destinato al servizio in discussione. L’apertura sarà di 5 giorni a settimana, con

orario dalle 8.30 alle 13 e nei pomeriggi di martedì e giovedì dalle 16 alle 18.

Verranno installati prima dell’estate 18 parcometri sul lungomare Gramsci,

luogo finora sprovvisto: permetteranno il pagamento anche attraverso carte di

credito e bancomat. La manutenzione ordinaria e straordinaria dei parcometri,

nuovi ed esistenti, sarà completamente a carico dell’Ica.

15 gennaio 2016