Indesit Company mette in mobilità 20 dirigenti

001icompanyFABRIANO – La Indesit Company ha avviato la procedura di mobilità per 20 dirigenti. Per la Fiom Cgil si tratta del «primo segnale tangibile che il processo di integrazione con Whirlpool è iniziato. Per questo – afferma il sindacato – continuiamo a chiedere con forza un incontro alla nuova proprietà, e a denunciare i ritardi del Governo, che si era impegnato a convocarci entro il 15 dicembre scorso».

«Ad oggi – lamenta la Fiom – non sappiamo quali ricadute possa avere sul territorio il processo in corso: nessuno ha saputo dirci quali siano i progetti industriali di Whirlpool, nemmeno il presidente della Regione Gian Mario Spacca e il presidente del consiglio Matteo Renzi, che hanno avuto incontri con la multinazionale Usa e hanno elogiato l’operazione di acquisizione».

Il sindacato esprime «forte preoccupazione per la totale sovrapposizione di funzioni impiegatizie (solo a Fabriano lavorano 1.200 impiegati) e alla specularità delle fabbriche Indesit e Whirlpool situate in Italia, che fanno ricorso da anni ad ammortizzatori sociali». E’ inoltre prevedibile una razionalizzazione dei fornitori dei due gruppi, che potrebbe «affossare ulteriormente il territorio in crisi».