Aggiudicati i lavori per l’impianto di risalita

00impiantorisalitaInizieranno i primi di febbraio i lavori per l’impianto di risalita

del versante Nord della città. L’appalto è stato assegnato il 20 novembre a

“CME Consorzio Imprenditori Edili Soc. Coop.” di Modena. Sei le ditte che

hanno partecipato alla procedura aperta per l’appalto integrato che ha seguito

il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Sono stati valutati,

cioè, sia l’offerta tecnica e le migliorie progettuali proposte, sia l’offerta

economica mediante il ribasso sull’importo a base d’asta. L’impegno

economico complessivo è di 1 milione 73 mila euro, mentre l’importo a base

di gara dei lavori è pari a 857 mila euro 411 euro, compresi oneri per la

sicurezza lavori e per opere integrative di miglioramento pari a 33 mila e 466

euro oltre IVA. Dall’aggiudicazione devono trascorrere 35 giorni, cioè fino al

26 dicembre, per eventuali ricorsi (termine dilatorio di legge). Dopo di che

saranno necessari altri trenta giorni per la redazione del progetto esecutivo a

carico della ditta appaltatrice. “La commissione tecnica ha lavorato

duramente nella selezione della migliore proposta valutando i progetti e le

motivazioni allegate – sottolinea Luigi Montanini, assessore ai Lavori

Pubblici – Il progetto, uno dei più importanti per la città e per questa

Amministrazione, andrà a riqualificare il centro storico di Fermo”. Il nuovo

sistema di collegamento tra il Terminal e piazzale Carducci transitando per

via delle Mura rappresenta un’opera che cambierà l’accesso al centro storico,

configurandosi come la nuova porta nord della città.

La progettazione, che ha avuto il via libera della Soprintendenza per

i beni architettonici e paesaggistici, presenta dal punto di vista tecnico un

tipo di collegamento moderno e poco impattante a livello ambientale che

permetterà di raggiungere gli ascensori di piazzale Carducci in pochi minuti.

“Prosegue l’attenzione nel valorizzare il centro storico– aggiunge il

Sindaco Nella Brambatti – dopo l’impegno per le Cisterne Romane, l’ex

Collegio Fontevecchia, la chiesa di San Filippo Neri, la rinnovata Viale

Veneto e la sistemazione del Palazzo comunale, con la risalita sul versante

nord, che renderà più fruibile l’accesso pedonale, si concretizza un importate

progetto”.