IL VOLPONI ESTREMO: AD URBINO UN CONVEGNO DI STUDI

00volponiDopo l’incontro con la giuria popolare e l’inizio della tre giorni ad Urbino dedicata alla figura di Paolo

Volponi, l’edizione 2014 del Premio nazionale sulla letteratura di impegno civile entra nel vivo.

Il convegno di studi internazionale – intitolato “Volponi estremo” ed organizzato dall’Università degli

studi di Urbino Carlo Bo, in collaborazione con il Teatro Cust 2000, l’ERSU Collegio internazionale, il

Comune di Urbino, la Regione Marche e, tra gli altri, anche lo stesso Premio letterario – si aprirà mercoledì

29 ottobre con una sessione dedicata al Volponi collezionista d’arte, a partire dalle ore 9.30 nella Sala

Convegni del Palazzo Ducale di Urbino.

Fino a venerdì 31, si alterneranno 41 studiosi provenienti da tutto il mondo, soprattutto giovani

ricercatori, assegnisti e dottorandi, impegnati in ricerche innovative sullo stesso Volponi. Tra i relatori

anche Angelo Ferracuti, membro della giuria tecnica del Premio (con Enrico Capodaglio, Massimo Gezzi,

Massimo Raffaeli ed Emanuele Zinato) ed organizzatore insieme a Giuseppe Buondonno, ex assessore alla

Cultura della Provincia di Fermo.

Giovedì 13 novembre si aprirà ufficialmente l’XI edizione del Premio letterario nazionale, che vede come

vincitori Giorgio Falco con la “La gemella H”, Francesco Pecoraro con “La vita in tempo di pace”, Luca

Rastello con “I buoni”.

Nata nel 2004, la manifestazione ha ospitato e premiato importanti autori: da Marcello Fois ad Eraldo

Affinati, da Ascanio Celestini a Nicola Lagioia, con premi speciali assegnati, tra gli altri, a Mario Dondero e

Altan.

Sabato 29 novembre, il Teatro delle Api di Porto Sant’Elpidio ospiterà la serata finale, durante la quale la

Giuria popolare, composta da circa 100 membri, decreterà il Super-Vincitore del Premio Volponi 2014. A

Corrado Stajano e Giambattista Tofoni (TAM Tutta un’Altra Musica) verranno consegnati rispettivamente

il Premio “Lettere ed arti” ed il Premio “Cultura e impresa”.

“Questa undicesima edizione – sottolinea Giuseppe Buondonno – unisce idealmente due anniversari tristi

ma importanti: il ventennale della morte di Volponi quest’anno ed il quarantennale della scomparsa

di Pasolini il prossimo; due intellettuali diversi ma vicini, profondamente legati sul piano culturale ed

umano. Per questo, insieme al Centro Studi Pasolini di Casarsa della Delizia, in provincia di Pordenone,

abbiamo voluto dedicare una parte consistente delle iniziative a Pier Paolo Pasolini. E proprio a Casarsa

presenteremo il Premio Volponi, ricordando queste due figure che ci mancano moltissimo e che hanno

ancora molto da dire a questo Paese”.

INFO:

tel. 329.9745968

premiopaolovolponi@gmail.com

www.premiopaolovolponi.it