Convenzione con la Lida contro l’abbandono rifiuti

00rifiutiIl Comune di Fermo e la Fermo Asite hanno sottoscritto una

convenzione con l’Associazione di protezione ambientale “LIDA”, per

contrastare l’abbandono di rifiuti in strada e al di fuori dei contenitori delle

isole ecologiche. Il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, infatti, sta diventando

talmente serio da costringere l’Amministrazione ad adottare la linea dura,

perché questi fenomeni rischiano di vanificare gli sforzi per raggiungere

elevati livelli di raccolta differenziata, unico modo per poter ridurre la

tassazione sui rifiuti.

Grazie alla convenzione, saranno messe in atto, con effetto immediato,

azioni di informazione, prevenzione e vigilanza. Nello specifico, saranno

effettuati controlli capillari presso le isole ecologiche di Piazzale F.

Mannocchi Tornabuoni, Via XXV Aprile e Via Respighi, dove, nonostante le

campagne di sensibilizzazione e di informazione svoltesi finora, continuano a

verificarsi quotidianamente comportamenti contrari alle più elementari norme

di educazione civica.

La Fermo Asite ricorda che: è vietato conferire rifiuti nei contenitori

posizionati sul territorio fermano da parte di cittadini e aziende non residenti;

è obbligatorio differenziare i rifiuti e vietato abbandonarli nei pressi delle

isole ecologiche; è vietato conferire i rifiuti nei cassonetti posizionati in altri

quartieri della città (l’unica alternativa è il conferimento presso l’Ecocentro

Comunale, sito in contrada San Martino). E’ soprattutto vietato per tutti,

residenti e non, abbandonare rifiuti al di fuori degli appositi contenitori

stradali.

La Fermo Asite ricorda, inoltre, che il mancato rispetto delle

disposizioni di cui sopra comporta sanzioni fino a 500 euro.