IL MERCATO DEI MUTUI IN ITALIA: II TRIMESTRE 2014

00mutuierogatiLe famiglie italiane hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione per 6.279,8 milioni di

euro nel secondo trimestre 2014. Rispetto allo stesso trimestre del 2013 si registra un aumento delle

erogazioni pari a +8%, per un controvalore di +467,3 mln di euro. È quanto emerge dai dati riportati nel

Bollettino Statistico III-2014 pubblicato da Banca d’Italia nel mese di Settembre 2014.

Per la prima volta dal 2010 l’andamento delle erogazioni fa registrare un segno positivo, confermando e

accentuando la tendenza al miglioramento iniziata l’anno precedente. Questo trend è suffragato anche

dalle performance positive riscontrate mensilmente: dopo un rallentamento della contrazione registrato

negli ultimi mesi del 2013, infatti, dall’inizio del 2014 i volumi registrano stabilmente variazioni positive e da

Marzo sono in doppia cifra.

È presto per stabilire se la criticità e la fase discendente del mercato siano alle spalle, ma certamente ci

sono delle note che inducono ad un rinnovato ottimismo. La domanda di mutui da parte delle famiglie è in

crescita ormai da un anno e la Banca Centrale Europea sta operando per sostenere l’erogazione del credito

(tra le manovre si ricordano riduzione del tasso di riferimento, tasso di interesse negativo sui depositi delle

banche presso la BCE). Il settore del credito resterà condizionato dalla stabilità politico-economica in Italia

e in Europa, pertanto saranno determinanti le iniziative a supporto della crescita economica (soprattutto

del settore immobiliare) e dell’andamento del mercato del lavoro. Gli istituti di credito, da parte loro,

presteranno sempre particolare attenzione al rischio di credito e i clienti dovranno dimostrare una buona

capacità di risparmio ed una situazione economica stabile.

Guardando ai numeri degli ultimi 12 mesi (Luglio 2013-Giugno 2014) riscontriamo che sono stati erogati

alle famiglie italiane finanziamenti per l’acquisto della casa per 21.866,3 mln di euro. Il saldo annuo, se

confrontato con quanto rilevato nei 12 mesi precedenti (Luglio 2012-Aprile 2013), segna un calo dei volumi

pari al -2,1%, per un controvalore di -469,5 mln di euro.

MACROAREE

Il primo trimestre 2014 vede un netto miglioramento dell’andamento delle erogazioni nelle macroaree,

con variazioni in aumento in tutte le realtà territoriali ad eccezione del Nord-Est. Qui, infatti, si registra un

calo del 6,2%, per un ammontare complessivo pari a 1.315,5 mln di euro. La macroarea Nord-Occidentale

si conferma al primo posto per volumi erogati con un totale di 2.245 mln di euro, in aumento del 10,7%

rispetto al secondo trimestre 2013. La performance migliore spetta all’Italia Insulare che, nonostante

resti il fanalino di coda per volumi erogati (384,5 mln di euro), vede un incremento del 17,2%, seguita dal

Fonte: Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa