Real Citanò beffato al 96esimo, esordio sfortunato in Coppa

00formazrealcitanoTanta l’attesa quanto la beffa per l’esordio in Coppa del Real Citanò. La rinnovata formazione di mister Massimiliano Marinelli, infatti, viene sconfitta per due a uno al 96esimo minuto, dopo aver chiuso in vantaggio il primo tempo, al cospetto del Real Marche di mister Giorgio Moschettoni. I reali, ancora in fase di rodaggio e con alcune defezioni importanti in rosa, tengono testa alla quotata formazione rossoblu, ma pagano nella ripresa la peggior condizione atletica rispetto agli avversari e vengono puniti a pochi secondi dal gong finale. Fuori gli infortunati Emili, Sisti, Peroni e Fornari, il Real Citanò lancia dal primo minuto in attacco la coppia Galli-Rapanelli; il Real Marche, invece, che deve reinventarsi la difesa viste le assenze di Brecciaroli, Lucentini, Giusepponi, Mecozzi e Giorgetti, presenta il duo Scalese-Belletti. Diversi anche gli ex: Esposito, Sarachini  in campo; Raffa, infortunato, in tribuna. Il risultato premia i rossoblu che affronteranno il San Giuseppe di mister Nerla sabato alle 14 e 30, mentre i reali se la vedranno sempre contro il San Giuseppe, ma mercoledì sera alle 21 e 15. Solo una, al termine delle tre sfide, si qualificherà per il turno successivo della manifestazione.

La cronaca. La gara inizia a ritmi blandi, le squadre si studiano e affondano poco il colpo. Il primo pericolo porta la firma di Esposito al 12esimo, ma la conclusione dal limite è sporca e termina a lato di molto. Risposta ospite al 18esimo con l’angolo dalla destra di Farina che trova Stacchietti in area, controllo e sinistro che Diomedi respinge di piede; palla al limite per Rapanelli che calcia al volo e non trova di poco la porta a portiere battuto. Un minuto dopo fallo al limite su Conti, punizione a giro di Scalese che Stacchietti in barriera devia in angolo. Al 28esimo ci prova Rapanelli dal limite, pallone fuori. Al 33esimo lancio di Belletti per Scalese appostato sulla sinistra, pallone invitante in area per il solissimo Stortini che, all’altezza del dischetto, tutto solo spara incredibilmente alto. Al 34esimo gran punizione dalla trequarti di Malaccari, Sannino è battuto ma ci pensa la traversa a salvare lo zero a zero. Due minuti più tardi Stortini mette in mezzo dalla destra, Scalese è appostato sul secondo palo ma non trova di poco la porta. E al 40esimo il Real Citanò passa in vantaggio: Rapanelli riceve palla sulla trequarti, si libera dell’avversario e, dopo essersi avvicinato al limite dell’area, lascia partire un sinistro che fa restare di sasso Diomedi. Lo stesso Rapanelli sul finire di tempo serve Capozucca a tu per tu con Diomedi, ma il centrocampista perde l’attimo e l’azione sfuma. Si va così al riposo sul punteggio di uno a zero. Si torna in campo con gli stessi effettivi del primo tempo. Il Real Marche ha più benzina nelle gambe e inizia a spingere costringendo il Real Citanò ad indietreggiare. Al secondo minuto Scalese serve Belletti sulla sinistra, mancino dal vertice alto dell’area e pallone alto. Un minuto dopo ospiti vicinissimi al raddoppio: punizione dalle retrovie di Abbate, spizzata di testa di Galli che trova lo scatto di Rapanelli, sinistro ad incrociare che sfiora il palo. Al sesto minuto il neo entrato Falcioni trova un pericoloso tiro-cross che sorprende Sannino ma finisce di poco alto. Un minuto dopo locali ad un passi dal meritato pari: Belletti riceve palla da Scalese e mette in mezzo per il solissimo Falcioni che calcia a botta sicura da pochi passi, respinta miracolosa di Sannino; arriva Scalese per il tap-in facile ma Sarachini interviene in scivolata e con un intervento perfetto evita la rete mettendo in angolo. Ma il pari, oramai nell’aria, arriva all’ottavo: punizione dalla destra di Belletti, Esposito si infila in area tra le maglie difensive ospiti e scarica in rete la rete del pari. Reagisce il Real Citanò al 14esimo con il cross dalla destra di Petrocchi che trova lo stacco a centro area di Rapanelli, pallone debole tra le braccia di Diomedi. Un minuto dopo il Real fa esordire ufficialmente il diciassettenne Michele Pigliacampo, proveniente dagli Allievi dello United, che prende il posto di Di Chiara. E cinque minuti più tardi è il turno dell’ultimo arrivo Luigi Bianco, che subentra a Capozucca, autore di una prova tutta grinta e coraggio. Al 27esimo Sannino rinvia corto e serve involontariamente El Haj che serve Scalese, tiro dal limite ma Sannino si riscatta e rinvia di piede. Lo stesso portiere ospite respinge in corner una bella punizione di Malaccari, così come vola su un colpo di testa di Scalese a botta sicura che faceva già presagire al gol. Il Real tiene, ci prova Farina su punizione al 45esimo ma non trova la porta. Poi, al 96esimo, la beffa: El Haj conquista una palla a centrocampo e serve in profondità Scalese, Sannino e i difensori non si intendono e per l’attaccante è facile infilarsi e depositare in rete il definitivo vantaggio.

Real Marche – Real Citanò 2-1

Real Marche: Diomedi, Sfredda, Malaccari, Conti, Napoleoni, Lattanzi (Falcioni 50’), Stortini, Formentini, Scalese, Belletti (El Haj 70’), Esposito (Ballerini 64’); All Giorgio Moschettoni

A disp: Di Marco, Campeggi, Pinca, Sbaffone

Real Citanò: Sannino, Di Chiara (Pigliacampo 60’), Abbate, Farina, Boccatonda, Sarachini, Petrocchi (Betti 87’), Stacchietti, Rapanelli, Capozucca (Bianco 64’), Galli (Bianchetti 93’); All Massimiliano Marinelli

A disp: Vitrani, Grassetti

Arbitro: Giacomo Del Bianco (Macerata)

Marcatori: Rapanelli (40’ p.t.), Esposito (53’), Scalese (96’)

Note: Angoli (7-2), Recuperi (2’ p.t.; 5’ s.t.)