Civitanove​se, Degano e commento ai calendari

deganoCIVITANOVA MARCHE – Giornata densa di emozioni, questo torrido 13

Agosto, per la FC Civitanovese 1919.

Due grandi notizie, attese da tempo. Di pochi minuti fa, infatti, la grande

news di mercato.

Daniele Degano è rossoblu. Attaccante che non ha bisogno di presentazioni,

con un curriculum eccellente a parlare in sua vece: seconda punta classe

1982, originario di Crema, Degano ha centrato ben 55 bersagli tra i

professionisti di cui 32 in Serie B (stagione più prolifica il 2006/2007 con la

maglia del Piacenza quando ha messo a segno 8 reti eguagliata nel 2012/

2013 con la maglia dell’Alessandria in Lega Pro Seconda Divisione), oltre

ai 9 messi a segno in D lo scorso campionato quando, grazie anche al suo

prezioso contributo, ha condotto l’Ancona in Lega Pro.

Cresciuto nelle giovanili del Milan, dopo essersi messo in luce in Serie C/

2 con il Meda nel 1999/2000 è tornato al Monza (proprietaria del cartellino)

in Serie B. Trascorsi due anni in Brianza, la conquista con l’Ancona della

Serie A (3 reti in 13 presenze) ed in seguito il trasferimento al Parma,

dove resterà anche nella prima parte della stagione successiva prima di

proseguire sulla via Emilia in direzione Piacenza, Serie B, dove troverà

la consacrazione. Dal 2007/2008, ancora cadetteria tra Messina e Pisa

prima di tornare a casa, scendendo in C/1 nel 2009, al Pergocrema, poi

il Crotone in B e din seguito ancora Calabria, con la divisa del Cosenza.

Nel 2011/2012 il passaggio all’Alessandria: vestirà la nobile casacca grigia

per due stagioni con l’intermezzo del prestito al Rimini. Dopo aver rescisso

con i piemontesi, Degano accetta le lusinghe del DS dell’Ancona Sandro

Marcaccio. Conquistata la promozione con un’inesorabile cavalcata, vagliate

le numerose offerte ricevute, Degano ha optato per la proposta più seria e

ambiziosa, quella della Civitanovese.

Il neoacquisto rossoblù è uno dei quattro “assi” che il Direttore Bresciani

aveva ufficializzato domenica scorsa nel postgara con il Paterno, uno di quei

beniamini che sicuramente conquisteranno presto il cuore di sportivi e tifosi.

In mattinata, invece, il Dipartimento Interregionale aveva diramato i calendari

ufficiali per il prossimo campionato di Serie “D”. Premesso che “prima o poi

bisogna incontrarle tutte”, il calendario prevede per la Civitanovese un inizio

tutt’altro che “soft”: subito 3 derby (tra cui quello per eccellenza con la

Maceratese), poi viaggio a Chieti e di nuovo derby contro i “fratelli” della

Sambenedettese”. Un avvio simile permetterà a mister Antonio Mecomonaco

di saggiare immediatamente le qualità del gruppo che il Direttore Generale

Giorgio Bresciani ed il Direttore Sportivo Daniele Muscariello stanno

allestendo senza lasciare nulla al caso. Procedendo con ordine, ricevuta la

visita del Matelica dell’ex Mandorino – una delle favorite per il successo

finale al debutto (07/09) – i rossoblù si dirigeranno a Pesaro per affrontare la

Vis in una match sempre di richiamo e poi si prepareranno ad incrociare le

lame contro la Maceratese domenica 21 settembre. Metabolizzata la

sentitissima sfida con la squadra del tecnico Magi, la Civitanovese si dirigerà

al “Guido Angelini” di Chieti per incontrare i neroverdi di Ronci, altra big del

girone, per poi prepararsi ad accogliere, domenica 5 ottobre, la

Sambenedettese per una gara dalle grandi emozioni. Altre date da segnare

con il circoletto rosso sul calendario: domenica 30 novembre (13^ giornata),

trasferta al “Pino Carotti” di Jesi per un’altra delle gare “storiche”, domenica

14 dicembre (15^ giornata) visita alla Fermana al “Recchioni” per un derby al

solito sentito. Il panettone sarà mangiato invece in casa ospitando il

Campobasso, un’altra grande del raggruppamento “F”, domenica 21

dicembre, penultima di andata. Il girone ascendente si completerà domenica

4 gennaio 2015 con la trasferta al “Bonolis – Piano d’Accio” di Teramo casa

del neopromosso San Nicolò.

Alcune curiosità: la Civitanovese inizierà e terminerà il proprio cammino

al “Polisportivo Comunale” (apertura con il Matelica, chiusura con il San

Nicolò domenica 10 maggio 2015). Come avvenuto nelle ultime due stagioni,

il derby con la Maceratese è stato fissato per la terza giornata (andata

in casa come lo scorso anno). Come ormai consuetudine, il turno pre-
pasquale quando la Civitanovese ospiterà il Termoli, anticipato al Giovedì

Santo (2 aprile 2015). Il calendario prevede infine una “doppietta” di gare

in trasferta alla 12^ e alla 13^ giornata di andata (viaggi a Termoli e a Jesi)

e, di conseguenza, nella parte finale del girone di ritorno, la Civitanovese

avrà nel finale un bonus in più da giocare al cospetto del pubblico amico. Un

pubblico amico che il Direttore Sportivo Daniele Muscariello non manca mai

di ricordare nei suoi interventi, e così è stato anche questa mattina, nel suo

breve commento all’avvicendarsi delle gare che aspettano la Civitanovese.

«Un girone affascinante e importante, che non può che riempirci

ulteriormente di stimoli e motivazioni» – ha confermato il DS – «Tutte le

squadre che lo compongono sono di un alto livello, farne parte è un vero

piacere ed un orgoglio grandissimo. Da parte nostra, stiamo lavorando da

tempo con serietà e professionalità per allestire una rosa competitiva e

all’altezza, e siamo sicuri che potremo ben figurare e dire la nostra in un

campionato quanto mai equilibrato ed atteso. Di certo, avremo bisogno di

tutto il sostegno e l’affetto del nostro pubblico, che non è secondo a nessuno.

I nostri tifosi dovranno essere il dodicesimo uomo in campo: ci auguriamo che

quanta più gente possibile venga allo stadio a donarci tutto il proprio affetto e

calore, come è nella grande tradizione di Civitanova».