Civitanovese, continua il ritiro a Campo di Giove

ritirocivitanovCIVITANOVA MARCHE – Scende il sole sulla seconda giornata di ritiro

a Campo di Giove, sale l’entusiasmo invece in città per il motivatissimo

gruppo che il D.G. Giorgio Bresciani ed il D.S. Daniele Muscariello stanno

meticolosamente allestendo, in vista del prossimo campionato.

L’arrivo in rossoblu del bomber trentaduenne Giovanni Amodeo, elemento

di notevole spessore, fortemente cercato e voluto dalla Società, ha convinto

equamente tifosi ed addetti ai lavori: d’altra parte, a parlare per l’attaccante di

origini piemontesi sono le numerosissime reti messe a segno in tutta Italia,

tra la serie C e la D, da quando giovanissimo iniziò la carriera a Marsala.

Un fisico imponente, oltre il metro e novanta, ed un indiscutibile bottino di

goal, sono le ottime credenziali con le quali il neo-acquisto si è presentato

in ritiro, unendosi al gruppo già nella sessione di allenamento mattutina di

stamani.

Le sue prime dichiarazioni, dopo la firma, raccontano di grandi motivazioni,

e di un progetto, quello della FC Civitanovese 1919, che lo ha subito

conquistato per serietà e determinazione: «Cercavo una squadra

capace di darmi gli stimoli giusti e, che, come me, ambisse a far bene:

nella Civitanovese ho trovato tutto questo, un disegno di lavoro serio e

competente, unito ad una piazza importante, con una tifoseria da sempre

particolarmente vicina ai colori sociali».

La rosa verrà completata, come già più volte annunciato dal Direttore

Generale Bresciani, solo alla fine di agosto, con il preciso intento di

allestire un organico molto competitivo: già nei prossimi giorni si prevedono

comunque ulteriori interessanti sviluppi di mercato in casa rossoblu.

La FC Civitanovese comunica inoltre che domenica 3 Agosto p.v. verrà

effettuata a Campo di Giove, sede del ritiro, la prima amichevole della

stagione, che la vedrà contrapposta ad una rappresentativa locale: in serata,

è atteso invece il rientro a Civitanova di Camerlengo, promettente attaccante

classe 1998 e punta di diamante del vivaio di Corso Garibaldi, costretto al

forfait da un fastidioso mal di schiena.