Il Sindaco sui Consigli Comunali in calendario

fermoconsigliocomunale“La settimana si aprirà con due importanti appuntamenti istituzionali in evidente

contraddizione fra loro.

Nel primo, il consiglio comunale è chiamato a votare una mozione di sfiducia

voluta da alcuni nel velleitario tentativo di far cadere anzitempo un’amministrazione

democraticamente eletta, il cui giudizio spetterà soltanto ai cittadini. Nel secondo, il

consiglio comunale voterà l’approvazione del bilancio preventivo con il quale, nonostante i

tagli, le difficoltà oggettive economiche e finanziarie, che tutti gli enti locali sono costretti

ad affrontare, si è scelto di non aumentare le tasse, e, al contempo, di mantenere e garantire

i servizi essenziali e primari sino ad oggi erogati.

Da un lato, quindi, una manovra di palazzo tendente ad abbandonare la città nelle mani di

una gestione commissariale; dall’altro, invece, la volontà positiva, nonostante le difficoltà,

di continuare un lavoro per il bene comune dettato dall’amore per la propria città.

Nei primi tre anni di questa esperienza amministrativa molti gli obiettivi raggiunti e tanto

ancora si potrà fare. La diminuzione del debito accumulato dalle precedenti gestioni,

il risanamento della società ASITE che colpevolmente era stata portata sull’orlo del

fallimento, la soluzione di contenziosi e di contratti capestro a danno della città.

Sono stati programmati investimenti, che si concretizzeranno entro la fine del mandato,

importanti non solo per la tutela, ma anche per la sua crescita. Alcuni di essi riguardano il

centro storico, come la creazione del Centro visite presso le cisterne romane, il recupero

dell’ex collegio Fontevecchia, il restauro della chiesa di San Filippo Neri, e il prossimo

avvio dell’opera per l’impianto di risalita sul versante nord della città. Un’attenzione si

è voluta prestare al sociale in termini di servizi e di strutture: vedi il nuovo centro a San

Claudio che ospiterà il Montessori, i cui lavori partiranno a settembre, e la costruzione

del nuovo asilo nido. Così come si continuerà a riservare l’attenzione per la scuola e per

l’edilizia scolastica. Si è lavorato e si sta lavorando su obiettivi importanti: la messa in

sicurezza delle strade, i lavori di miglioramento delle aree verdi, dei parchi e dei giardini

a cominciare dal Girfalco e la sistemazione di Piazzale Carducci. Tutto questo nonostante

le emergenze di carattere meteorologico che hanno ferito il territorio persino nel suo cuore

(via Veneto) ma che, malgrado l’esiguo trasferimento di risorse, sono state risolte o sono in

via di risoluzione.

È volontà di questa Amministrazione tenere fede agli impegni assunti, affrontando

la riqualificazione del quartiere di Marina Palmense, con la definizione del Piano

Particolareggiato, per il quale sono già stati avviati i lavori preliminari, come pure risolvere

la questione relativa ai lotti alberghieri di Casabianca. Si è lavorato molto sulle Aree B

di completamento. Un impegno importante per garantire gli obiettivi del risparmio del

consumo di suolo e la riduzione o totale eliminazione di tasse a carico dei cittadini. Con lo

stesso impegno e determinazione concluderemo la variante per le zone C. Avremmo voluto

non affrontare le questioni scottanti dell’urbanistica da noi ereditate che hanno sottratto

tempo al lavoro di tutti.

Ci aspettano impegni importanti come Comune e non solo. Ci attende la gara per la

definizione del soggetto gestore della rete metano (ATEM) così come si continuerà a

lavorare per raggiungere il completamento della raccolta differenziata. Si dovranno

continuare le azioni avviate al fine di avere un controllo più efficiente delle entrate. Si

dovrà continuare a rendere Fermo una vera città della cultura nonostante la contingenza

economica sfavorevole.

Per queste ed altre ragioni, credo fermamente che il Consiglio Comunale e le forze

politiche da esso rappresentate, sapranno responsabilmente e consapevolmente decidere

soltanto per il bene della città, isolando chi, strumentalmente, persegue fini politici

diversi”.

Il Sindaco

Prof.ssa Nella Brambatti