Teatro Pergolesi di Jesi la più grande coproduzione circense franco-italiana con le compagnie del Circo El Grito e Acolytes

By on settembre 25, 2017

el-grito_bachGiovedì 28 settembre ore 21 torna il circo contemporaneo al Teatro Pergolesi di Jesi con un “Work in progress” del Circo El Grito e della compagnia francese Acolytes, anteprima del nuovo spettacolo “Si tu t’imagines” a conclusione della residenza creativa realizzata a Jesi.

“Si tu t’imagines” è la più grande coproduzione circense franco-italiana, un progetto sostenuto da Fondazione Nuovi Mecenati (Fondazione Franco Italiana per la creazione contemporanea) e dal Gruppo Total, nell’ambito di “La Francia in scena” stagione artistica dell’Institut français Italia, realizzata su iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, con il sostegno dell’Institut français e del Ministère de la Culture et de la Communication, della Fondazione Nuovi Mecenati, della Commissione Europea (Creative Europe) e del Ministero dell’Istruzione italiano dell’Università e della Ricerca – Afam (MIUR – Afam). Lo spettacolo è in collaborazione con la Fondazione Pergolesi Spontini e si avvale del partenariato del Teatro Pubblico Pugliese, Teatri di Bari, Teatro Kismet Opera e dei Comuni di Guardia Perticara, Policoro, Martina Franca, Taranto.

“Si tu t’imagines” è un cabaret itinerante franco-italiano tra Marche, Basilicata e Puglia, che vede unirsi per la prima volta una compagnia italiana tra le più immaginifiche, il Circo El Grito (che ha sede al Teatro Pergolesi di Jesi) con un collettivo di artisti circensi francesi, Acolytes, sotto la direzione artistica del pioniere del circo contemporaneo in Italia, Giacomo Costantini. In scena, Julie Maingonnat, Isabelle Dubois, Marie Mercadal, Mark Dehoux, Fabiana Ruiz Diaz Beltran, Giacomo Costantini, Andrea Farnetani, le musiche originali sono di Giacomo Costantini e Mark Dehoux, le luci di Domenico De Vita.

 

In “Si tu t’imagines”, i nomi più prestigiosi del circo contemporaneo francese e italiano si incontrano sulla stessa pista, dando vita non a un semplice spettacolo, ma a una parabola drammaturgica in continuo movimento e ricca di sorprese, mai scritta a tavolino ma nutrita dall’umanità degli artisti. Lo spettacolo raccoglie la pura tradizione circense rinnovandola nel contesto contemporaneo, per uno spettacolo immaginifico, poetico e surreale… un circo contemporaneo all’antica.

Da una parte infatti c’è l’immagine antica del circo, di uno spettacolo autenticamente popolare che porta in scena il virtuosismo, il rischio, la verticalità degli spazi, quella sfida ancestrale tra la vita e la morte, recuperando tecniche quasi perdute. Dall’altra parte il potere dell’innovazione, di un nuovo linguaggio multidisciplinare e aperto al dialogo, alla novità, alla commistione di generi e arti. Se il protagonista è certamente il «gesto circense» nelle sue plurime declinazioni, la musica dal vivo è la sua stretta alleata. Saranno infatti le note immortali di Bach ad accompagnare le evoluzioni di danzatrici aeree, giocolieri e spericolati acrobati provenienti da otto nazioni differenti. Sciamani 2.0 che esorcizzano la paura, guerrieri dell’acrobazia che sfidano la gravità: El Grito e Acolytes propongono un circo che nutrendosi della sua anima più antica e pura, del suo intento primitivo di conforto torna ad abitare e abbracciare quei luoghi che gli hanno dato origine, trascinando il proprio pubblico in un entusiasmante viaggio tra i luoghi e le arti circensi in ogni loro sfaccettatura.

 

Nel corso della tournée, dal 28 settembre al 15 ottobre, lo spettacolo è pronto a sorprendere grandi e piccini e a declinarsi in mille modi e luoghi. Spiega il regista, Giacomo Costantini: “Sulle note di Bach, lo spettacolo di cabaret itinerante toccherà il teatro (al Pergolesi di Jesi, dove il nostro viaggio comincerà con un workshop aperto al pubblico), la strada (nella piazza di Guardia Perticara, un borgo di 500 anime), l’arena (a Policoro o a Martina Franca per esempio), lo chapiteu di Taranto, dove si concluderà il tour”.

 

El Grito nasce a Bruxelles nel 2007 dall’incontro tra l’acrobata aerea uruguaiana Fabiana Ruiz Diaz e l’artista multidisciplinare italiano Giacomo Costantini. Nel 2011 la compagnia si trasferisce in Italia dove fa costruire uno chapiteau che diventa in pochi mesi uno spazio itinerante di produzione e diffusione di opere di Circo Contemporaneo. Dalla Biennale Internazionale del Circo di Bruxelles all’Auditorium Parco della Musica di Roma, El Grito ha diffuso i propri spettacoli in tutta Europa a collaborando con le più prestigiose istituzioni culturali europee. Con oltre mille repliche delle otto differenti produzioni, quello di El Grito è l’unico esempio di compagnia italiana di Circo Contemporaneo che entra in maniera sistematica nei più prestigiosi centri culturali europei: Dalla Biennale Internazionale del Circo di Bruxelles (Belgio) all’Auditorium Parco della Musica di Roma (Italia) dal Festival di Avignon (Francia) al Fusion Festival (Germania). La compagnia, che attualmente ha sede presso il Teatro Pergolesi di Jesi, porterà in scena in questo teatro, il 1 e 3 dicembre nel quadro della Stagione Lirica, la prima rappresentazione assoluta di “Caffè Bach”, Circopera in un atto di Giacomo Costantini con musiche di F. Bettoli, S. Carloni, G. Pitarresi da Johann Sebastian Bach, diretta da Andreas Gies – che canterà anche nel ruolo del basso protagonista – per la regia Giacomo Costantini in un nuovo allestimento della Fondazione Pergolesi Spontini in collaborazione con El Grito.

 

Acolytes è una struttura professionale creata nel 2002, che accompagna nell’amministrazione, nella produzione e nella diffusione artisti di Circo Contemporaneo. Situata a Tolosa nei spazi della Grainerie, Fabrique des arts du cirque et de l’itinérance, accanto alla scuola internazionale di circo Le Lido, Acolytes accompagna molti artisti della regione Midi-Pyrénés, ma non solo. Operatore indispensabile nella articolazione fra gli artisti, le istituzioni e gli operatori culturali, l’Associazione Acolytes accompagna gli artisti nella costruzione e lo sviluppo dei loro progetti artistici, e promuove le compagnie di nuovo circo al livello regionale, nazionale e internazionale. Oggi, ci sono 9 compagnie seguite dagli Acolytes.

 

 

Biglietto € 5 fino ad esaurimento disponibilità, info e prenotazioni presso la Biglietteria del Teatro Pergolesi (Tel. 0731 206888, e-mail: biglietteria@fpsjesi.com) e da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

 

INFO: Fondazione Pergolesi Spontini – Biglietteria Teatro Pergolesi – 0731. 206888

www.fondazionepergolesispontini.com

 

Ufficio stampa Fondazione Pergolesi Spontini

Tel. 0731. 202944 | e-mail ufficiostampa@fpsjesi.com

Simona Marini cell. 393.9570691 / 328.9225986

 

 

*******************************

Area Ufficio Stampa – Press Office Area

 

Fondazione Pergolesi Spontini
Azienda culturale di produzione e servizi per il territorio
Cultural Company of Opera production and services for the territory

Teatro G.B. Pergolesi
Largo Francesco Degrada, 5 – 60035 JESI (AN) – Italia
tel. +39 0731 215643
fax +39 0731 226460
mob. +39 . 393 9570691
www.fondazionepergolesispontini.com

#iosostengoilpergolesi
campagna raccolta fondi della Fondazione Pergolesi Spontini
soggetto beneficiario dell’Art Bonus (Legge 106 del 29 luglio 2014)

Informativa sulla Privacy – Privacy Policy

You must be logged in to post a comment Login

How To Get Rid Of Stretch Marks